QR code per la pagina originale

Acer, un tablet slide entro il 2011

Secondo quanto riportato da DigiTimes, Acer potrebbe annunciare nei prossimi mesi un nuovo tablet, dotato di tastiera fisica a scomparsa.

,

Una nuova idea è giunta in casa Acer: la società taiwanese starebbe infatti pensando ad un tablet dotato di tastiera fisica a scomparsa, arricchendo la propria offerta di una nuova tipologia di device. A suggerirlo sono alcune fonti vicine ai fornitori di componenti con i quali il gruppo avrebbe stretto accordi, i quali preferiscono però non commentare i rumor.

Il nuovo tablet slide sarebbe basato su di un processore ARM ed avrebbe in dotazione un display dalle dimensioni 10 pollici. La tastiera fisica risulterebbe di fatto un’arma in più con la quale conquistare nuovi utenti, permettendo loro di utilizzare il dispositivo sia in maniera classica che come soluzione alternativa ai netbook, semplificando l’inserimento del testo mediante un supporto fisico piuttosto che una tastiera virtuale sul display del terminale.

Ad assemblare il dispositivo potrebbe essere Compal Electronics, dalla quale però non è giunta alcuna conferma o smentita. La stessa Acer, del resto, preferisce glissare essendo attualmente impegnata nell’organizzazione della propria linea in vista dei prossimi mesi. Proprio il nuovo tablet potrebbe rientrare nelle strategie a medio termine della società: l’arrivo è previsto a cavallo del periodo natalizio, collocandosi sugli scaffali dei negozi di elettronica durante la fase calda degli acquisti.

Nessuna informazione giunge invece riguardo il sistema operativo che Acer adotterà per il nuovo dispositivo, ma nonostante ciò l’ipotesi più plausibile sembrerebbe essere quella di una conferma di Android, probabilmente in versione 4.0 Ice Cream Sandwich, il cui rilascio è atteso nei prossimi mesi. Nel frattempo, la stessa società taiwanese è stata costretta a rivedere al ribasso le previsioni delle vendite relative al proprio tablet Iconia Tab: se le prime stime parlavano di cifre intorno ai 5-7 milioni di unità vendute entro la fine del 2011, l’andamento del mercato ha costretto il gruppo a scendere al di sotto dei 3 milioni.

Fonte: DigiTimes • Notizie su: