QR code per la pagina originale

Randi Zuckerberg lascia Facebook

Randi Zuckerberg, la sorella di Mark, ha lasciato il proprio ruolo di direttore del marketing in Facebook per avviare una nuova iniziativa in proprio.

,

Randi Zuckerberg lascia Facebook: la sorella del fondatore del gruppo di Palo Alto ha infatti consegnato la propria lettera di dimissioni con la quale fa un passo indietro, abbandona il proprio ruolo di direttore del marketing e divide le proprie sorti da quelle del fratello.

Nella lettera di commiato la Zuckerberg ringrazia Sheryl Sandberg (COO Facebook) ed Elliot Schrage (a capo della comunicazione del gruppo) per l’importante supporto ricevuto e per aver dimostrato che «non serve essere ingegneri per essere un hacker». Con la lettera si chiude un periodo durato 6 anni nei quali la Zuckerberg ha affiancato il fratello nell’imporsi impetuoso di Facebook sul mercato, il che potrebbe ora liberare le mani di Mark per la scelta di nuove professionalità di alto profilo da inserire nel top management.

Randi Zuckerberg ha assunto la propria decisione durante i tre mesi di assenza dal proprio ruolo in conseguenza della sua prima maternità. Nei giorni passati il suo nome si era fatto notare per una dichiarazione nella quale la sorella di Mark chiedeva un mondo senza anonimato, nel quale la vita online sarebbe stata guidata da basi più solide, con maggiori garanzie di sicurezza (non a caso il figlio Asher Tworetzky, nato tre mesi or sono, compare già nella lista dei famigliari certificati sul proprio profilo Facebook assieme ai genitori Karen ed Edward, ai fratelli Mark e Harry ed alle sorelle Arielle e Donna).

Il futuro della Zuckerberg è legato ora ad una avventura professionale in proprio, probabilmente all’interno di un gruppo denominato RtoZ Media (nome che fa esplicito riferimento alle iniziali di Randi). Nessun commento da parte di Mark Zuckerberg, mentre Facebook ha ufficialmente ringraziato per la collaborazione e l’importante servizio prestato.

Fonte: All Things Digital • Immagine: Randi Zuckerberg • Notizie su: