QR code per la pagina originale

Google News perde il bot

Google annuncia la chiusura del bot di Google News, le cui funzionalità saranno completamente assorbite dal bot del motore di ricerca.

,

Google ha annunciato la cancellazione del bot di Google News e la sua riunificazione funzionale al bot tradizionale del motore di ricerca. Google, insomma, non avrà più bot separati, ottimizzando così le risorse impegnate sul servizio e rendendo più semplici i meccanismi di controllo delle notizie da parte degli editori.

D’ora in poi i siti web di informazione non saranno più visitati dal bot dedicato, mentre tutto il lavoro graverà esclusivamente sulle spalle del bot tradizionale. Google però elargisce fin da subito tutte le garanzie necessarie agli editori: tramite l’uso delle apposite limitazioni da indicarsi sul file robots.txt, l’accesso ai contenuti da parte del bot potrà essere controllato in modo puntuale ed efficace, evitando così che l’occhio indiscreto del motore possa andare ove l’editore non gradisce.

Tali precisazioni si rendono necessarie alla luce delle contestazioni che nei mesi scorsi hanno preso forma anche in Italia, ove da tempo si contesta al gruppo un atteggiamento non del tutto lineare e potenzialmente anti-concorrenziale (vedasi a tal proposito la denuncia FIEG nei confronti del colosso di Mountain View). Il gruppo notifica inoltre la possibilità di continuare senza modifiche alcune le offerte “First Click Free”, le quali consentono l’accesso ad un contenuto “nascosto” quando l’accesso stesso avviene una volta soltanto (al secondo accesso sono richiesti login o formule di pagamento).

La modifica non incide in alcun modo sulle sitemap: si consiglia a chi gestisce siti di news di continuare a curare una sitemap dedicata poiché Google continuerà ad utilizzarla ed a tenerla in considerazione. Al tempo stesso per controllare la regolare presenza del proprio sito sia su Google che su Google News sarà possibile semplicemente formulare una query del tipo site:iltuosito.com per valutare la presenza o meno dei contenuti desiderati.

Fonte: Google • Notizie su: