QR code per la pagina originale

Windows 8, comunque lo giri

Steven Sinofsky dettaglia gli studi portati avanti per ottimizzare l'interfaccia Windows 8 sia in modalità landscape che con orientamento portrait.

,

Windows 8 è stato dichiaratamente progettato per essere il primo vero sistema operativo ubiquo in grado di funzionare tanto sui desktop tradizionali quanto sui tablet. A differenza di quanto portato avanti da Apple e Google, infatti, Microsoft ha voluto omologare l’esperienza tablet a quella desktop piuttosto che a quella mobile. E le conseguenze sono evidenti anche nell’interfaccia, ove gli elementi sono organizzati pensando alle varie modalità di utilizzo a cui l’utente potrebbe andare incontro.

In particolare Microsoft ha prestato particolare attenzione a quella che potrebbe essere la forma dello schermo sotto gli occhi degli utenti. Nell’enunciare pillola a pillola le varie fasi di progettazione di Windows 8, Microsoft ha focalizzato l’attenzione sul modo in cui lo schermo si pone e le ricadute ovvie sulla struttura dell’interfaccia. L’esperienza desktop, infatti, è prettamente “landscape”, mentre l’esperienza tablet (così come quella su smartphone) è spesso “portrait”. Organizzare in orizzontale o in verticale i contenuti, quindi, implica uno studio approfondito degli spazi e dei passaggi tra una modalità e l’altra, tenendo in stretta considerazione la rapidità degli switch e la piena soddisfazione anche per i developer al lavoro su questo tipo di realtà.

Windows 8 landscape e portrait

Windows 8 landscape e portrait

L’interfaccia Metro nasce con entrambe le modalità nel proprio DNA: sia che si utilizzi uno schermo 4:3 o un 16:9, sia che la pagina sia in orizzontale o in verticale, l’interfaccia di Windows 8 ha modalità automatiche di organizzazione dei contenuti, sa gestire con rapidità l’accelerometro e sa addirittura valutare elementi predittivi per ipotizzare a priori quale possa essere la miglior esperienza possibile per interfaccia, applicazioni e contenuti.

Microsoft offre ai developer la possibilità di rapide preview delle proprie applicazioni su Visual Studio 11 ed Expression Blend sia in modalità landscape che in modalità portrait, con la possibilità di adattare le due realtà passando per interventi correttivi del tutto minimali.

Chi intende installare Windows 8 per le prime prove sul campo ha la possibilità di accedere alla Developer Preview già rilasciata. Se ne consiglia l’installazione soltanto ad utenti esperti e seguendo comunque le raccomandazioni necessarie per evitare di sovrapporre la versione di Windows già in uso.

Fonte: Building Windows 8 • Notizie su: