QR code per la pagina originale

Bottlenose, per il social networking avanzato

Rilasciato Bottlenose, un client per Twitter e Facebook che semplifica e migliora l'esperienza utente a coloro che utilizzano spesso i social network.

,

Con la miriade di novità continuamente in arrivo sui social media, non è oggi più così semplice gestire le piattaforme sociali e non perdersi tra le modifiche effettuate per migliorare l’esperienza utente. Viene introdotto così un nuovo ennesimo client concorrente a TweetDeck che propone di semplificare l’esperienza per l’utenza più avanzata: è denominato Bottlenose e si tratta di una dashboard sociale intelligente che aiuterà a smaltire il carico degli aggiornamenti presenti nello stream di Facebook e Twitter.

Bottlenose è ideale per i professionisti che desiderano restare costantemente informati su ciò che succede nel mondo Twitter e Facebook, oppure per quegli utenti che utilizzano una o più piattaforme sociali massicciamente. È un client che offre una interfaccia a colonna singola o multicolonna dall’aspetto tipico dei social network e che mette a disposizione una serie di strumenti utili a cercare utenti, visualizzare le loro novità, mostrare RSS, messaggi ed altro. Il punto di forza del client risiede nel saper estrarre quelli che considera gli aggiornamenti più importanti e le tendenze che ogni amante dei social network non può lasciarsi sfuggire; grazie ad alcuni algoritmi, è infatti in grado di comprendere quali messaggi diffusi da terzi siano importanti o meno.

Bottlenose è comunque personalizzabile e consente di creare flussi di notizie personalizzati in base a quegli utenti che si desidera seguire maggiormente. Anche se attualmente è disponibile solo sul Web (è scritto in HTML 5 e Javascript) e non da dispositivi mobile, potrebbe essere un client in grado di distinguersi nell’affollato settore delle dashboard per social media, quali ad esempio il già citato Tweetdeck, Brizzly e HootSuite. Oltre a Facebook e Twitter, supporterà in futuro altre reti sociali così da espandersi e poter interessare ad una maggiore quantità d’utenza.

Ad oggi il servizio è in beta privata, ma è possibile chiedere un invito per assaggiarne così le potenzialità. Le prime recensioni indicano un servizio di interessanti potenzialità, i cui giudizi andranno però formalizzati soltanto dopo una prova sul campo.

Fonte: Venture Beat • Via: ReadWriteWeb • Notizie su: