QR code per la pagina originale

Nokia, nessun piano per i tablet

Nokia non ha intenzione di produrre tablet nel breve periodo: a dichiararlo è il CEO della società finlandese, Stephen Elop.

,

La scalata di Nokia per riconquistare le posizioni perdute nel tempo passerà principalmente per il segmento smartphone, grazie al matrimonio con Microsoft che ha dato alla luce i primi Windows Phone della casa finlandese. Il CEO del gruppo Stephen Elop ha infatti pubblicamente sottolineato come l’azienda non abbia al momento alcuna strategia a breve termine per la produzione di tablet.

Le parole «produrremo un nostro tablet» dello scorso mese di aprile, insomma, assumono ora connotati del tutto nuovi: Nokia ha sì intenzione di non lasciarsi scappare l’opportunità di dire la propria in un settore che di mese in mese vede crescere i propri numeri e diventa così una realtà sempre più importante del mercato digitale, ma al momento non intende esporsi in maniera diretta. Il gruppo finlandese preferisce dunque restare dietro le quinte per osservare attentamente l’evoluzione di un campo in rapida espansione quale quello dei tablet, entrando in gioco solo quando lo riterrà opportuno.

Le prime tavolette caratterizzate dal marchio della società con sede ad Espoo non giungeranno sul mercato entro breve tempo, quasi sicuramente non prima dell’arrivo del sistema operativo Windows 8. Quest’ultimo, essendo fortemente orientato al mondo dei tablet, potrebbe rientrare negli accordi con Microsoft siglati all’inizio del 2011 e che con ogni probabilità sono destinati a rappresentare un punto fermo nelle strategie a breve e medio termine di entrambe le aziende, soprattutto per l’importanza dei capitali economici in gioco.

In Finlandia, insomma, per il momento tutto tace sul fronte delle tavolette digitali: i primi Nokia Windows Phone stanno riscontrando pareri principalmente favorevoli tra gli utenti e la società si appresta a lanciare sul mercato una nuova ondata di dispositivi per arricchire ulteriormente la propria offerta e consentire così a nuovi potenziali clienti di avere a disposizione un più ampio range di device tra i quali scegliere.

Fonte: The Next Web • Notizie su: