QR code per la pagina originale

Smartphone e tablet anche per acquisti online

Una ricerca Ipsos/Google mette in luce qualcosa di già ampiamente prevedibile: aumenta in modo rilevante l'uso di strumenti mobile in fase d'acquisto.

,

La sempre più vasta diffusione di dispositivi come smartphone e tablet non è una novità che si scopre certo oggi. Google voleva però cominciare a sviluppare una certa forma di comprensione volta a capire come gli utenti facciano uso di questi device soprattutto quando si tratta di acquistare online. Per questo ha collaborato con la società di analisi Ipsos nel corso della stagione natalizia 2011 per tracciare un profilo ben delineato dell’utenza nel tentativo di apprendere se e come smartphone e tablet vengano utilizzati per fare acquisti in rete.

Ne è emerso che il 41% degli intervistati non solo ha consultato l’oggetto di suo interesse da smartphone, ma lo ha anche acquistato direttamente dallo stesso. Il 46% di questi ultimi si è invece recato direttamente in negozio dopo essersi convinto dell’acquisto, mentre il 37% ha effettuato quest’ultimo da un normale PC desktop. Secondo quanto emerso, il 19% ha cercato l’oggetto su smartphone, lo ha visto in un normale negozio fisico ed infine lo ha acquistato online. Il 18% ha seguito lo stesso percorso, acquistando però direttamente da smartphone. Una frangia minore, pari all’8% , ha “scoperto” l’oggetto in negozio e poi lo ha comprato dal dispositivo mobile.

Smartphone e tablet, proprio per la loro natura mobile, si rivelano inoltre adatti per attività come la lettura di articoli e recensioni, risultata in percentuale superiore a quella dei PC desktop. I tablet in particolare dominano con il 77% dei casi. Operazioni più comune e complesse, come la comparazione di prezzi e la consultazione di promozioni e sconti invece sono state fatte su PC, forse anche per abitudine. Ed a proposito di abitudini, dalle statistiche emerge un ulteriore dato di particolare rilievo: smartphone e tablet stanno radicalmente cambiando anche il modo di fare acquisti da parte dei consumatori.

Inoltre, il dato è un necessario punto di riferimento proprio per i rivenditori online, poiché capiscono che realizzare una versione mobile altamente ottimizzata per tutte le principali piattaforme dei siti internet di ecommerce di proprietà può anche rivelarsi fondamentale per la soddisfazione del cliente finale.

Fonte: Google Mobile Ads • Immagine: Cheon Fong Liew • Notizie su: