QR code per la pagina originale

Nano-SIM, Apple ne aumenta le dimensioni

Apple ha modificato il prototipo della sua nano-SIM card aggiungendo della plastica che va a renderla leggermente più grande.

,

Apple avrebbe apportato delle sostanziali modifiche alla propria nano-SIM, rendendo il prototipo realizzato in laboratorio leggermente più grande rispetto al progetto iniziale, ma comunque allineato agli standard richiesti dall’ETSI. In questo modo, Cupertino va a rispondere direttamente a chi l’aveva accusata di aver creato un design che avrebbe potuto indurre in errore l’utente.

La precedente versione della nano-SIM della Mela era quasi totalmente priva di una cornice di plastica e i concorrenti avevano criticato Apple poiché, a loro parere, l’utente avrebbe potuto inserire la nuova soluzione nell’alloggiamento senza riuscire a rimuoverla successivamente, poiché destinata ad incastrarsi all’interno dello slot per le micro-SIM. Di conseguenza, Cupertino è andata a rivedere il design della stessa, introducendo della plastica aggiuntiva che andrà a impedire l’inserimento errato della scheda, ma che la rende inevitabilmente più grande.

In base a quanto riportato da The Verge, Apple avrebbe optato per un compromesso comunque fattibile, che potrebbe aiutare l’azienda ad imporre il suo formato come prossimo standard delle schede SIM. Ne emerge una schedina ridisegnata meno innovativa e con dimensioni aumentate, cosa che va ad occupare quello spazio che l’azienda di Tim Cook avrebbe voluto riservare alla componentistica dei suoi prodotti.

La votazione per la scelta del prossimo standard nano-SIM è stata rimandata nello scorso marzo ma dovrebbe aver luogo alla fine del mese di maggio. Sarà questo il momento in cui si saprà chi, tra i produttori, riuscirà ad imporsi sulla concorrenza, ma per via delle nuove modifiche apportate al prototipo, Cupertino potrebbe esser passata in vantaggio. Non si ha però ancora alcuna notizia circa un’eventuale modifica alla proposta targata Nokia.

Notizie su: