QR code per la pagina originale

Any.DO su iOS e Chrome: cosa si fa oggi?

Gli sviluppatori di Any.DO hanno rilasciato una versione del client dedicata al mondo iOS, con inoltre un componente aggiuntivo per il browser Chrome.

,

Dopo esser stata largamente apprezzata nel mondo Android in qualità di applicazione caratterizzata da un ottimo design oltre che da feature di assoluto interesse, Any.DO sbarca sull’App Store: il team che cura lo sviluppo di questo strumento utile alla gestione delle proprie liste di impegni e cose da fare, infatti, ha rilasciato una versione dedicata al mondo iOS, consentendo così anche agli utenti della mela morsicata di usufruire delle funzioni messe a disposizione. Il tutto, inoltre, sarà arricchito dalla possibilità di sincronizzare più device basati su piattaforme differenti.

Caratterizzata da una serie di gesture che consentono la gestione e la creazione di nuovi task, Any.DO permette di organizzare gli impegni per data oppure in cartelle, consente di aggiungere elementi strisciando il proprio dito sul display verso il basso ed integra al proprio interno un sistema di dettatura vocale utile qualora si debba aggiungere un nuovo impegno in maniera veloce senza utilizzare le mani. Per segnalare che un task è stato eseguito è sufficiente scorrere con il dito da sinistra verso destra, mentre premendo su uno qualunque di quelli già inseriti è possibile spostarlo in una nuova categoria oppure modificarne la data.

L’interfaccia grafica, piuttosto pulita ed essenziale, ha rappresentato senza ombra di dubbio uno dei punti di forza di un’applicazione che è riuscita a distinguersi nella pletora di soluzioni a disposizione degli utenti Android per la gestione degli impegni, nonostante fosse priva di sistemi di sincronizzazione con altre piattaforme. La presenza dell’app nel mondo iOS, congiunta al contemporaneo rilascio di un’estensione dedicata al browser Google Chrome, mette dunque fine ad una delle principali lacune di questo software.

Any.DO può essere scaricata gratuitamente dall’App Store oppure dal Chrome Web Store, rispettivamente per la piattaforma di Cupertino e per il browser di Mountain View. Nei giorni scorsi, inoltre, nel negozio virtuale della mela morsicata è apparsa un’app dal nome piuttosto simile, AnyDO, il quale non rappresenta tuttavia il client ufficiale offerto dagli sviluppatori agli utenti iOS.

Fonte: GigaOM • Notizie su: