QR code per la pagina originale

Smart TV, alleanza per una piattaforma comune

LG e Philips hanno annunciato un'alleanza per realizzare una piattaforma unica con la quale sviluppare applicazioni per le Smart TV.

,

Il mercato delle Smart TV è in continua crescita, ma in futuro potrebbe essere ostacolato dall’ingresso di attori che non sono stati finora protagonisti in questo settore. Ecco perché LG e Philips hanno deciso di siglare un’alleanza per realizzare una piattaforma comune a beneficio di consumatori, sviluppatori di applicazioni e fornitori di contenuti.

Attualmente sono in commercio numerosi modelli di Smart TV realizzate da tutti i maggiori produttori mondiali (Samsung, Sony, LG, Philips, Toshiba, Sharp e Panasonic), ma ognuna di esse si basa su un sistema proprietario che non offre nessuna possibilità di utilizzare le stesse applicazioni. Ciò significa che gli sviluppatori devono creare diverse versioni dei loro software, in modo simile a quanto accade per i sistemi operativi desktop e mobile. La Smart TV Alliance ha dunque l’obiettivo di eliminare questo vincolo, come chiaramente specificato dal motto “build once, run everywhere”: sforzi comuni, economie di scala, vantaggi collettivi.

LG e Philips sono i membri fondatori del consorzio e avranno il compito di convincere il resto dell’industria. La creazione di una piattaforma unica permetterà di ridurre i costi di sviluppo e, allo stesso tempo, di aumentare il numero di applicazioni disponibili. I consumatori potranno scegliere in un vasto catalogo che si differenzierà solo in base al paese di origine e alla lingua. Tutti i prodotti che soddisfano le specifiche della Smart TV Alliance saranno compatibili con le applicazioni sviluppate in HTML5. I fornitori di contenuti avranno la possibilità di raggiungere una platea più ampia mediante i loro servizi di video on-demand, musica, giochi e social network.

La prime Smart TV con applicazioni cross-platform arriveranno sul mercato nel corso del prossimo anno, dopo il rilascio della seconda versione del kit di sviluppo. Nel 2013 i produttori avranno però nuovi avversari da combattere: Microsoft, Google e Apple. Le tre aziende informatiche hanno da tempo deciso di entrare in questo settore con soluzioni di intrattenimento ottimizzate per le loro piattaforme hardware/software (Xbox, Google TV e Apple iTV). Senza un’alleanza, i produttori di TV potrebbero perdere il controllo del mercato e offrire ai consumatori solo “scatole vuote”. Ma anche l’impegno odierno potrebbe ormai essere tardivo: Xbox e SmartGlass sono ormai lanciate, la Google TV sta cercando una propria identità e la iTV è uno spauracchio sempre più concreto. Interessante peraltro il fatto che LG stia cercando una soluzione nuova nonostante l’impegno già confermato tra le Google TV: evidentemente qualcosa non sta funzionando e per il produttore è iniziata la ricerca di una via d’uscita che possa garantire maggiori opportunità.

Fonte: Smart TV Alliance • Via: Gizmag • Notizie su: