QR code per la pagina originale

Nokia Lumia, presto “PureView”

Una intervista ad un responsabile Nokia rivela il prossimo arrivo di un "PureView" tra la serie Lumia: i problemi del gruppo saranno presto alle spalle.

,

Quel che è ovvio, quel che è giusto, quel che era atteso: entro breve il mondo dei Windows Phone vedrà l’arrivo di un Nokia Lumia PureView. Il terminale avrà chiara vocazione consumer e si proporrà come un punto di riferimento per l’imaging in mobilità su smartphone.

L’indicazione giunge da Richard Kerris, a capo delle comunicazioni Nokia con il mondo degli sviluppatori, il quale in una intervista ha fatto il punto della situazione esprimendo sommo entusiasmo per quel che il gruppo sta facendo con un nuovo approccio da start-up, sperimentando e cercando nuove soluzioni. Perché questo è visto come il modo giusto per approcciare il momento difficile: sperimentazione, innovazione, differenziazione. Il tutto in attesa di arrivare al momento buono dei Windows Phone, quando sarà presumibilmente la versione 8 del sistema operativo mobile di Redmond ad imprimere una svolta definitiva alle ambizioni del gruppo europeo.

Secondo Kerris gli Stati Uniti (e presumibilmente il resto del mondo) vedranno la serie Lumia diventare “PureView” a partire dai prossimi mesi: «molto presto» e nulla più, il che sembra solleticare l’idea di un rilascio anticipato rispetto a Windows Phone 8 pur aprendo al successivo aggiornamento non appena sarà disponibile il codice definitivo. La tecnologia PureView (che abbiamo sperimentato in redazione ricavandone la sensazione di un passo avanti fondamentale nelle tecnologie attuali di imaging) consente di elaborare i 41MP di una immagine per ottenere scatti con zoom digitale di altissima qualità: il design, come successo con l’808 PureView, potrebbe imporre un profilo maggiore al dispositivo, ma al tempo stesso il device potrebbe trarne vantaggio per mezzo di compromessi differenti che ad un maggiorato spessore potrebbe far corrispondere eventualmente anche una batteria di maggior capacità.

Quel che cambia è il software di scatto (la tecnologia PureView sarebbe accompagnata da una suite di utility oltre alle qualità dell’acquisita Scalado) e con ogni probabilità il display, la cui definizione potrebbe aumentare al fine di restituire una miglior esperienza d’uso proprio nel contatto con la fotografia. All’imaging Nokia andrebbe ad aggiungere inoltre novità ulteriori, quali ad esempio una capacità adattiva del terminale ad ottimizzare l’interfaccia dei terminali in base alla posizione del telefono: configurazione “business” al lavoro, mood “privato” quando si è nella propria abitazione. Queste ed altre prospettive andranno a nutrire la prossima sfornata di “Lumia”, delineando così l’offerta del gruppo a partire dai prossimi mesi,

Secondo Richard Kerris fin dalla prossima primavera tutti i problemi odierni del gruppo Nokia saranno dimenticati, seppelliti sotto il successo dei nuovi terminali e con l’emergere delle nuove potenzialità che il mondo Windows Phone saprà esprimere. Il che è un punto di vista importate e da annotare, poiché con le azioni Nokia piombate a 2 dollari il tutto sembra quasi un consiglio per gli acquisti: di smartphone prima e di azioni poi.

Fonte: Neowin • Notizie su: