QR code per la pagina originale

Samsung, un tablet Windows RT fin dall’esordio

Fin dal giorno in cui Windows 8 esordirà sul mercato (probabilmente nel mese di ottobre), Samsung offrirà un tablet basato su Windows RT.

,

Samsung salirà sul carro di Windows RT fin dal primo giorno in cui Windows 8 sarà disponibile sul mercato. La notizia emerge da alcune fonti vicine al gruppo coreano e citate dietro anonimato da Bloomberg: le parti sentite sarebbero in grado di confermare l’anticipazione, fissando pertanto circa al mese di ottobre l’esordio del tablet.

Ignoti nome, caratteristiche, prezzo e quant’altro: per ogni dettaglio vi sarà tempo e modo di approfondire più avanti nel tempo, ma ad oggi è di per sé già estremamente importante sapere che Samsung sarà della partita fin dal primo giorno offrendo a Microsoft una leva fondamentale per il lancio del proprio sistema operativo e creando in parallelo un immediato concorrente diretto all’iPad Apple. Il tutto, infatti, non si basa sulla versione di punta del futuro Windows, ma bensì sulla versione “RT” pensata per ARM e per arrivare ad una offerta sufficientemente performante e “low cost” per riuscire a creare una alternativa vera alla tavoletta di Cupertino.

L’accoppiata Samsung/Microsoft si conferma pertanto in corsa per conquistare un posto di primo piano nella volata verso il periodo natalizio. Sarà una volata che prenderà il via proprio nel mese di ottobre, quando la presentazione dei device basati su Windows rappresenterà un momento culminante per l’ecosistema di Redmond e per tutto quel che vi gira attorno. Il fatto che Samsung possa esserci fin dalla prima ora significa per Windows 8 avere la possibilità di portare immediatamente nelle mani di milioni di utenti una soluzione valida e ad un prezzo interessante, mettendo in campo con il gruppo coreano una cordata di sicure potenzialità per entrambe le sponde.

E come per una coincidenza, la notizia emerge proprio nei giorni in cui il Samsung Galaxy Tab subisce una importante sconfitta legale negli Stati Uniti risultando estromesso dal mercato per la violazione di un brevetto Apple: quello che è ad oggi il principale partner Google per la produzione di device Android, insomma, sembra poter cambiare casacca per riversare tutto il proprio potenziale sull’offerta Microsoft. E se il tutto non fosse soltanto una coincidenza, per Windows 8 le cose inizierebbero pertanto nel migliore dei modi.

Fonte: Bloomberg • Notizie su: