QR code per la pagina originale

Facebook annuncia il Malware Checkpoint

Facebook ha allestito un nuovo servizio, denominato Malware Checkpoint, mediante il quale intende fornire ai propri utenti alcuni tool per la sicurezza.

,

Facebook strizza l’occhio alla sicurezza: dopo aver lanciato da diverso tempo una campagna per la promozione di antivirus, sia gratuiti che a pagamento, al fine di favorire una maggiore diffusione di tali software all’interno del proprio bacino d’utenza, ecco giungere il Malware Checkpoint. Trattasi di un nuovo punto di riferimento per gli utenti alla ricerca di una soluzione con la quale proteggere il proprio computer da eventuali minacce esterne.

Mediante il Malware Checkpoint, Facebook reindirizza gli iscritti verso le pagine ufficiali di Microsoft Security EssentialMcAfee Scan and Repair, due degli strumenti più gettonati in tale settore. Il primo rappresenta una soluzione definitiva per il monitoraggio del proprio PC, fungendo da antivirus completo ed attivo 24 ore su 24. Il secondo, invece, permette di eseguire una scansione completa del computer alla ricerca di possibili infezioni, funzionando anche in parallelo con altri software per la protezione.

Scaricabili entrambi in maniera gratuita, i due software in questione sono quanto il social network di Menlo Park ha deciso di mettere a disposizione degli utenti Windows, consentendo loro di accedere rapidamente al download dei pacchetti per l’installazione. Gli utenti Mac, invece, saranno reindirizzati verso la pagina ufficiale di Apple relativa agli aggiornamenti di sicurezza per OS X, così da consentire l’installazione delle versioni più recenti dei software installati così come delle patch rilasciate dal gruppo di Cupertino.

Facebook, insomma, dimostra di avere un occhio di riguardo per la sicurezza, un fattore fondamentale nelle dinamiche di un portale sociale quale quello fondato da Mark Zuckerberg. Se fino ad oggi ha offerto strumenti di sicuro interesse in tal senso, quale quello per la segnalazione di possibili infezioni sul PC in uso da un utente (ben noto il caso DNSChanger), con il Malware Checkpoint intende quindi far sì che siano gli stessi iscritti a muovere il prim0 passo, proteggendosi dalle minacce che inevitabilmente permeano il Web.

Fonte: Facebook • Notizie su: