QR code per la pagina originale

iPhone 5: in Cina si prenota già

L'iPhone 5 ancora non è stato annunciato e già in Cina c'è chi mette a disposizione la prenotazione del dispositivo: la febbre per il melafonino è alta.

,

L’iPhone 5 non è stato ancora annunciato. Sono trapelate alcune immagini, ma di conferme nemmeno l’ombra. Si ipotizza una possibile finestra di uscita sul mercato, ma i rumor rimangono tali da tempo e dalla casa madre di Cupertino non sono mai arrivate né conferme, né smentite. L’iPhone 5, insomma, è una entità aleatoria che c’è, ma che non si vede.

Eppure in Cina le prenotazioni sarebbero già iniziate sull’onda del grande desiderio di innovazione che il paese esprime con forza (rimangono alla memoria le vetrine dell’Apple Store chiuso di fronte ad una coda inferocita pronta a dare l’assalto a suo tempo all’iPhone 4S).

Le formule di prevendita sarebbero varie: c’è chi chiede una piccola cauzione da 100 euro, chi invece pretende il versamento di una somma aleatoria fissata però a quote vicine ai 900 euro (7000 yuan). Per tutti le immagini sono quelle dei mockup o quelle trapelate negli ultimi mesi, vendendo pertanto ai clienti qualcosa che ad oggi è del tutto privo di qualsivoglia conferma. Ma se c’è questo tipo di offerta, evidentemente c’è questo tipo di domanda.

«La domanda è alta», spiega uno dei venditori ai microfoni Reuters: «Ieri qualcuno ne ha comprati due e in tutto abbiamo una dozzina di ordinazioni». I venditori attivi in questo tipo di mercato asseriscono di essere pronti a viaggiare negli Stati Uniti o a Hong Kong per far proprie le prime unità di iPhone 5 non appena rilasciate sul mercato, così da trasferirle in seguito all’interno della Grande Muraglia per smerciare i telefoni prima ancora che la stessa Apple li porti sul mercato cinese.

La febbre per l’iPhone 5 è insomma alta e per Apple è questa senza ombra di dubbio una ottima notizia: il mercato cinese è un mercato ad altissime potenzialità, ove la presenza della prossima generazione dello smartphone (prodotto peraltro proprio in Cina) potrebbe rappresentare una radicale estensione del mercato attuale. Gli Apple Store in Cina sono 5, ma il gruppo conta di aggiungere presto nuovi punti vendita per meglio sposare la domanda di tecnologia che l’utenza locale sta esprimendo.

Fonte: Reuters • Via: MacRumors • Notizie su: