QR code per la pagina originale

Steve Ballmer: passato, presente e futuro

In una intervista a Forbes, Steve Ballmer esprime il suo pensiero su Microsoft, Windows 8, Surface, Bill Gates e Steve Jobs.

,

Steve Ballmer ha rilasciato una lunga intervista a Forbes subito dopo aver parlato davanti alle 16.000 persone che hanno partecipato alla Worldwide Partner Conference di Toronto. Il CEO di Microsoft ha espresso le proprie opinioni su diversi argomenti, facendo anche riferimento al ruolo che l’azienda ha avuto dal 1975 ad oggi. Windows 8 e i tablet Surface sono stati ovviamente i prodotti al centro della discussione, con qualche cenno a Bill Gates e a Steve Jobs.

L’intervista inizia con un breve riassunto della storia di Microsoft, nata come software house che sviluppava esclusivamente sistemi operativi e programmi per personal computer. Secondo Steve Ballmer, il giorno più importante per l’azienda è stato l’annuncio del PC IBM nel 1981, grazie al quale MS-DOS è diventato molto popolare in poco tempo. Nel 1995 è arrivato Windows 95 che ha portato i PC nelle case di tutti e, oggi, c’è Windows 8, con il quale Microsoft spera di aprire un nuovo ciclo:

Mi piace quello che stiamo facendo con Windows 8 ed è una scommessa audace. Stiamo re-immaginando il nostro prodotto numero uno. Questo è cool, ma non è per deboli di cuore. Ci vuole una certa audacia e una certa persistenza.

Parlando di audacia, l’intervistatore ha chiesto a Ballmer se Microsoft stia diventando un produttore hardware, come testimoniato dall’annuncio dei tablet Surface. Questa è stata la risposta del CEO:

Microsoft ha sempre avuto la capacità di progettare, distribuire e fornire assistenza hardware. […] Le persone pensano che Microsoft sia un’azienda software, ma noi costruiamo ogni cosa, dai dispositivi come Xbox e Surface ai data center cloud. Con Surface non stiamo aprendo nuovi orizzonti in termini di capacità hardware. Quello che volevamo fare era non lasciare nulla di intentato, mostrando Windows 8 nella sua forma più innovativa. Con Windows 8 è possibile ottenere un tablet e un PC in un unico dispositivo, e Surface lo dimostra. Il nostro obiettivo non è quello di competere con i partner hardware.

Bill Gates ha lasciato la guida di Microsoft da circa sei anni, ma Steve Ballmer riceve spesso le sue email con le quali suggerisce idee per prodotti futuri. Inoltre partecipa due volte al mese ad incontri con i dirigenti per discutere di Windows, Office e dei piani aziendali in generale. Ballmer comunque ammette di sentire la mancanza della persona che ha permesso di ottenere grandi successi negli anni ’80 e ’90.

Quando gli è stato chiesto se Microsoft ha subito la pressione di Apple e di Steve Jobs, il cui successo ha obbligato l’azienda a sviluppare Windows Phone, Windows 8 e i tablet Surface, Ballmer ha risposto in modo più evasivo:

La vita di Steve Jobs si avverte nel buon lavoro che Apple sta ancora facendo e in termini di sfida per noi. Steve ha fatto un lavoro incredibile, Apple ha fatto un lavoro incredibile, e Microsoft sta facendo un lavoro incredibile. È sempre bello quando ci sono molte persone che ti spingono a fare meglio, inventare meglio e portare meglio i clienti verso nuove direzioni.

Fonte: Forbes • Notizie su: