QR code per la pagina originale

Paypal e Glamoo, lo shopping è mobile

PayPal e Glamoo uniscono le forze pronti a fornire agli utenti italiani un servizio web unico nel suo genere.

,

Paypal e Glamoo rendono noto oggi di aver stretto un accordo per una partnership che permetterà a tutti gli utenti della nota società attiva nel mercato della Social Location Based Commerce dotati di un conto PayPal di ricevere direttamente sul proprio smartphone tutte le informazioni su offerte e sconti su prodotti e servizi disponibili in oltre 110 città italiane. Chi è iscritto a PayPal infatti potrà adesso usufruire delle promozioni targate Glamoo riguardanti travel, lifestyle, tempo libero, shopping e molto altro ancora tramite speciali coupon in regalo, proposte esclusive e sconti ulteriori sulle offerte.

Grazie all’adozione di Reference Transaction, una delle ultime soluzioni pensate da PayPal, Glamoo permette di pagare attraverso il proprio conto con un solo click senza ulteriori operazioni, senza dover introdurre quindi due o più volte i dati personali ma una tantum. Basterà scegliere PayPal come metodo di pagamento preferito e dare modo al sistema di memorizzare le proprie informazioni come quelle predefinite.

Inoltre, Glamoo continuerà a fornire il suo servizio unico di hyperlocal mobile couponing grazie al suo ampio database composto da 500.000 clienti italiani che dà agli utenti la possibilità di ricevere sconti e offerte da un vasto range di aziende, artigiani ed esercizi commerciali su settori merceologici diversi da quelli che si trovano solitamente in rete. Dirk Pinamonti, Head Of Relationship Management di PayPal ha commentato:

I nostri utenti hanno accolto positivamente questa nuova opportunità di fare acquisti via mobile avendo a disposizione una così ampia gamma di offerte. Grazie a questo accordo con Glamoo, da Nord a Sud, ognuno è servito con un pacchetto speciale, personalizzato e su misura per le proprie esigenze direttamente sul proprio dispositivo mobile.

Glamoo e Paypal danno infine vita a una partnership molto importante per il futuro del mercato del web e del cloud computing in Italia, cresciuto in maniera interessante negli ultimi tempi fino a toccare, secondo i dati NetComm, quota 250 milioni di euro di valore per l’anno 2011.

Notizie su: ,