QR code per la pagina originale

Manichini bionici spiano i clienti nei negozi

Grazie ai manichini 2.0, i negozi possono personalizzare la propria offerta commerciale in base all'età, alla razza e al sesso dei clienti.

,

Le vendite dei beni di lusso sono diminuite negli ultimi anni a causa della crisi economica. Alcuni rivenditori hanno quindi iniziato ad offrire prodotti “su misura” alla propria clientela, utilizzando una strategia di marketing innovativa e, secondo alcuni, piuttosto discutibile. Nei negozi delle grandi firme sono stati installati manichini bionici dotati di videocamera che cattura le immagini dei clienti e dei passanti davanti alle vetrine. Un software di riconoscimento facciale permette di identificare le persone in base a sesso, età e razza.

I manichini EyeSee sono stati realizzati da Almax, un’azienda italiana con sedi a Mariano Comense (Co), Parigi, New York e Toronto, ed hanno un costo di 4.000 euro. In alcuni aeroporti i manichini vengono utilizzati per identificare i malintenzionati nel tentativo di prevenire i furti, mentre ora questi oggetti di plastica dalle sembianze umane sono stati installati nei negozi per personalizzare le offerte e fidelizzare i clienti.

Negli occhi dei manichini sono inserite due videocamere che riprendono i potenziali consumatori per raccogliere vari dati demografici. I rivenditori utilizzeranno quindi queste informazioni per allestire le vetrine, modificare il layout dello store o creare promozioni adatte ad un determinato tipo di clientela. Un noto brand, ad esempio, ha lanciato una linea di vestiti per bambini dopo aver scoperto, tramite EyeSee, che la clientela pomeridiana è costituita principalmente dai più piccoli. Un altro negozio ha notato che un terzo dei visitatori dopo le 16 è di origine asiatica, per cui ha deciso di assumere dipendenti che parlano cinese.

Questa nuova pratica commerciale potrebbe però avere conseguenze per la privacy dei consumatori. Le attuali norme vigenti negli Stati Uniti e in Europa consentono di installare videocamere di sorveglianza per motivi di sicurezza, ma i clienti devono essere informati della loro presenza mediante cartelli esposti nei negozi. La raccolta dei dati per scopi di marketing, senza il consenso dei consumatori, potrebbe portare a problemi di carattere legale. Almax sostiene che le immagini non vengono conservate, per cui è sufficiente avere la licenza per la TV a circuito chiuso. La prossima generazione di EyeSee sarà in grado di interpretare le parole pronunciate dai clienti, in base alle quali verranno mostrati su uno schermo i prodotti più adatti alle loro preferenze.

Fonte: The Verge • Immagine: Elvert Barnes • Notizie su: ,