QR code per la pagina originale

Shazam per iPad, nuovo design e tagging automatico

La versione 6.0 introduce numerose novità, ma alcune feature sono disponibili solo su iPad, come il tagging automatico e la schermata home dinamica.

,

Shazam ha annunciato la disponibilità di una versione universale dell’app per iOS, introducendo nuove funzionalità per i dispositivi Apple, anche se l’azienda ha sviluppato feature specifiche solo per l’iPad. Shazam 6.0 possiede ora una nuova schermata home dinamica e consente il tagging automatico, il tagging immediato e la mappatura interattiva. Migliorate anche le feature di condivisione e Shazam Friends.

Shazam è una delle più note app di tagging e music discovery, che consente di identificare il nome di una canzone o di un artista, utilizzando il microfono dello smartphone per catturare un breve campione del brano. La nuova versione per iPad non obbliga più gli utenti a toccare il grande pulsante mostrato sul display, ma tagga automaticamente la musica che viene riprodotta nelle vicinanze, ad esempio in radio, in un programma televisivo o durante la pubblicità.

La schermata principale di Shazam 6.0 per iPad mostra in tempo reale le canzoni e i programmi TV (solo negli Stati Uniti), i brani più popolari nelle classifiche dei tag. Le altre funzionalità introdotte con la nuova versione sono invece disponibili anche per iPhone e iPod touch. LyricPlay abilita la visualizzazione dei testi delle canzoni a schermo intero in sincronia con la riproduzione audio. La mappatura interattiva permette invece agli appassionati di musica di scoprire le canzoni più ascoltate in una specifica area geografica, a partire dal continente per poi scendere nel dettaglio della nazione, della regione, della città e in alcuni casi persino delle cittadine più piccole.

La funzionalità Shazam Friends è stata aggiornata per consentire agli utenti di scoprire nuova musica dai propri amici. Il tagging istantaneo permette di identificare ciò che si sta ascoltando in meno di un secondo. Shazam può taggare in background, mentre si legge la posta, si gioca o si vede un video. Se l’utente si trova in una zona con scarsa ricezione di rete, non avrà più bisogno di riavviare il tag una volta ritrovata una connessione migliore, ma la richiesta verrà effettuata automaticamente e all’utente verrà inviata una notifica. Infine, è stata semplificata la condivisione dei tag su Facebook, Twitter, Google+ e via mail.