QR code per la pagina originale

DoCoMo: una SIM card al polso, per tutti i device

NTT DoCoMo vuole far usare agli utenti una sola SIM card per tutti i dispositivi posseduti, con una tecnologia inserita in un semplice braccialetto.

,

Il carrier nipponico NTT DoCoMo sta sviluppando un mini dispositivo da polso contenente una SIM che funge da accesso alla rete mobile e che potrebbe rivoluzionare il mondo mobile. L’obiettivo è infatti quello di sfruttare un’unica SIM per gestire più dispositivi, eliminando la necessità di inserirne una diversa in ogni device.

Al momento la tecnologia è in fase di prototipazione ed è stata inserita in un braccialetto – che DoCoMo denomina Authentication Device – simile a un tradizionale bracciale da fitness ma in realtà progettato per creare una sorta di dispositivo di autenticazione per ogni dispositivo elettronico in possesso dall’utente. L’idea alla base del progetto è quella di rendere più semplice l’accesso a più dispositivi usando la stessa SIM, senza preoccuparsi del sistema operativo.

Ciò che dunque vuole fare DoCoMo è quello di permettere a un utente di sfruttare il dispositivo di autenticazione per effettuare il pairing con prodotti diversi, ai quali trasferisce le informazioni senza alcuna necessità di inserire fisicamente la SIM. Ad esempio, chi dispone di uno smartphone e di un tablet con funzioni telefoniche potrà chiamare (o navigare sul Web via 3G o 4G) senza dover spostare la SIM da un dispositivo all’altro, e cosa non meno importante il braccialetto è anche in grado di memorizzare e trasferire da un device all’altro account multipli e informazioni dell’utente (come ID e password), così da non doverle reimmettere ogni volta. Ciò apre diverse possibilità a un più comodo shopping online e altre attività ancora.

L’operatore telefonico è al lavoro per commercializzare il dispositivo ma non è ancora chiaro se sarà disponibile anche in Europa o se resterà confinato al Giappone. DoCoMo sta inoltre studiando i modi per collegare la SIM portatile agli altri dispositivi smart che non siano tablet e smartphone, tra cui smart TV, lettori musicali e sistemi in-car.

Fonte: NTT DoCoMo • Via: Engadget • Immagine: Shutterstock • Notizie su: