QR code per la pagina originale

OS X 10.10.3: arriva l’aggiornamento supplementare

Apple ha rilasciato un aggiornamento supplementare per la terza versione di OS X Yosemite: risolve problemi di avvio legati al driver della scheda grafica.

,

Arriva un nuovo aggiornamento per OS X 10.10.3, rilasciato pubblicamente lo scorso 8 aprile. Nella serata di ieri, infatti, Apple ha reso disponibile il download di un aggiornamento supplementare, per risolvere alcuni problemi connessi all’avvio della macchina nonché alla grafica dei Mac.

La problematica si sarebbe fatta evidente negli ultimi giorni, sebbene il malfunzionamento sia del tutto casuale: al momento, infatti, non è stato possibile identificare un particolare modello di Mac affetto rispetto ad altri, né tantomeno correlare il tutto a una precisa scheda grafica. Stando a quanto riportato dagli utenti, i tempi di avvio della nuova versione di OS X Yosemite si sarebbero dilungati, a volte rendendo anche impossibile accedere alla propria scrivania. Pare che gli utenti coinvolti abbiano trovato soluzione simultanea resettando di volta in volta la PRAM del computer o modificando gli elementi d’avvio nelle Preferenze di Sistema. Quindi l’arrivo dell’upgrade ufficiale di Cupertino.

Non sono molte le indiscrezioni rilasciate dall’azienda che, dalle pagine di Mac App Store, così descrive l’aggiornamento supplementare:

L’aggiornamento supplementare per OS X Yosemite 10.10.3 risolve un problema con i driver video che potrebbe impedire l’avvio del Mac durante la fase di esecuzione di alcune app di acquisizione video.

Sembra che il download in questione risponda anche alla problematica delle JPEG di grandi dimensioni, da qualche giorno discussa sia sui social network che sulle pagine del supporto Apple. Stando a quanto riferito da alcuni utenti, l’apertura di immagini di grande peso e risoluzione con Anteprima, o con QuickLook, potrebbe portare a un kernel panic del sistema operativo.

È davvero insolito che Apple rilasci degli aggiornamenti supplementari per i suoi sistemi operativi, soprattutto dopo la fase di beta con gli sviluppatori e, nel caso di OS X 10.10.3, anche la distribuzione in anteprima agli utenti comuni iscritti ad Apple Seed. Fortunatamente, l’intervento tempestivo dell’azienda di Cupertino ha permesso di bloccare sul nascere qualsiasi sgradita conseguenza

Galleria di immagini: OS X Yosemite, le foto