QR code per la pagina originale

iGoogle, la nuova home personalizzata

E' pronta la nuova versione di Google Personalized Home Page che offre più funzionalità, più gadget, la possibilità di crearne anche senza avere conoscenze informatiche avanzate e un occhio particolare alla localizzazione

,

È dello scorso lunedì l’annuncio con il quale Google ha presentato al mondo la nuova versione della sua Google Personalized Home Page, che ora diventa iGoogle. La novità più interessante della release (oltre al nuovo design ed ai nuovi gadget) è che chiunque può creare nuovi gadget (piccole applicazioni 2.0 che si integrano nella pagina e svolgono compiti basilari) per la propria homepage e quelle altrui. Non servono più forti conoscenze informatiche: Google ha messo a punto uno strumento che consente a chiunque di creare l’utility preferita.

iGoogle

Nella nuova release Google pone importante attenzione alla localizzazione, tanto che i risultati delle ricerche saranno il primo servizio di Google ad essere influenzato dalla località impostata dall’utente all’atto del login (altro ambito può essere ad esempio la proposta di previsioni meteo ottimizzate). L’annuncio giunge in seguito ad alcuni giorni di difficoltà in cui vari utenti si sono vista cancellata la propria home per vederla ripristinata solo varie ore dopo, senza alcuna spiegazione relativa in merito. La spiegazione giunge ora con tanto di nuova denominazione.

L’obiettivo dichiarato di iGoogle (nessuna parentela ufficiale con i servizi Apple) rimane quello di fornire strumenti che aiutino gli utenti a pubblicare i loro contenuti creativi, così come ha dichiarato alla Reuters Sep Kamvar, capo ingegnere del settore: «vogliamo personalizzare la tradizionale nozione di ricerca. Sono una persona eclettica. Ma tutti lo sono. Non possono disegnare un prodotto per una persona media». Sul blog ufficiale dell’azienda Sophia Bruecknet spiega: «per un po’ di tempo non abbiamo dato molta importanza alla Personalized Home Page, ma ora vogliamo connotarla con l’interattività, con internet e con la personalizzazione. Non per niente la stiamo rendendo disponibile in 22 nuovi paesi».

La nuova serie di gadget include la possiblità di aggiungere foto, cartoline con GoogleGram, canali YouTube, gadget liberi ai quali si possono aggiungere testi e immagini, oltre alla moltitudine di altri gadget che i matrice user-generated. La cosa che sorprende di più tuttavia è che ad accogliere l’utente al suo arrivo sia una versione per iGoogle di Windows Live Messenger, il software di instant messaging del rivale Microsoft: inserendo il gadget nella propria lista sarà così possibile chattare sul messenger tramite la home di Google, conservando eventualmente una apposita tab per la lettura della posta di Yahoo, la chat sul messenger Microsoft e la gestione dei video su YouTube. Tutto in uno.

Questa pagina riproduce un articolo originale di Webnews.it e può essere utilizzata unicamente per finalità personali e non commerciali. L'originale si trova all'indirizzo https://www.webnews.it/?p=6885 che può essere raggiunto utilizzando il QR Code pubblicato accanto al titolo (se presente).