Apple citata in giudizio per lo schermo di iPhone

Due società collegate hanno citato in giudizio Apple per violazione di alcuni brevetti utilizzati per il sistema di rendering degli schermi di iPhone e iPod Touch.Secondo i legali di Picsel Technologies e Picsel Research, due compagnie scozzesi, Apple userebbe in modo illegale una particolare tecnologia brevettata che consente di ridurre in modo considerevole i tempi

Due società collegate hanno citato in giudizio Apple per violazione di alcuni brevetti utilizzati per il sistema di rendering degli schermi di iPhone e iPod Touch.

Secondo i legali di Picsel Technologies e Picsel Research, due compagnie scozzesi, Apple userebbe in modo illegale una particolare tecnologia brevettata che consente di ridurre in modo considerevole i tempi di aggiornamento dei display di dispositivi portatili.

In particolare, senza il sistema sviluppato da Picsel, gli utenti iPhone e iPod Touch non potrebbero avvalersi in modo fluido delle funzioni di tap, zoom e scorrimento. Per questo motivo, Picsel ha richiesto un risarcimento economico che possa compensare il valore di tutti i dispositivi Apple già venduti e, non ultimo, la regolarizzazione del contratto di utilizzo di tale tecnologia depositata.

Le soluzioni Picsel sono già utilizzate dalle maggiori aziende specializzate nella produzione di dispositivi mobili, come ad esempio Motorola, Nokia, Palm, Samsung, Sony Ericsson, e Sharp.

Apple non ha ancora rilasciato nessuna dichiarazione ufficiale in merito alla causa intentata da Picsel. Non sono da escludersi, tuttavia, eventuali accordi extragiudiziari per la risoluzione della controversia.

Ti potrebbe interessare
Driving Force GT, il nuovo volante di Logitech
logitech

Driving Force GT, il nuovo volante di Logitech

Logitech ha presentato, durante la Game Developer Conference, tenutasi a San Francisco dal 18 al 22 febbraio 2008, il nuovo volante Driving Force GT .Ruben Mookerjee, direttore del marketing per i prodotti di gioco di Logitech, ha affermato con entusiasmo:Siamo lieti di lavorare con Polyphony Digital per distribuire un volante che possa soddisfare coloro che