I Beatles finalmente nell’iTunes Store?

Ricapitoliamo. Da una parte, abbiamo Apple e il suo misterioso annuncio atteso alle 16:00 ora nostrana, e dall’altra il Wall Strett Journal e qualcun altro che ammoniscono: Apple porterà finalmente i Beatles sull’iTunes Store.L’accordo, che dovrebbe essere confermato salvo “ripensamenti dell’ultimo minuto”, è stato raggiunto nelle scorse ore grazie ad una serie di colloqui tra

Ricapitoliamo. Da una parte, abbiamo Apple e il suo misterioso annuncio atteso alle 16:00 ora nostrana, e dall’altra il Wall Strett Journal e qualcun altro che ammoniscono: Apple porterà finalmente i Beatles sull’iTunes Store.

L’accordo, che dovrebbe essere confermato salvo “ripensamenti dell’ultimo minuto”, è stato raggiunto nelle scorse ore grazie ad una serie di colloqui tra Cupertino, i rappresentati dei Beatles ed EMI Group Ltd. Ovviamente, nessuna di queste indiscrezioni ha trovato conferme ufficiali, ma visto che siamo in odore di “annunci speciali”, magari è la volta buona.

E neppure si sa nulla sugli eventuali termini economici concordati: ad esempio, non è noto se si tratta di un’esclusiva o il medesimo catalogo di brani approderà su altri servizi concorrenti. E comunque, si tratta di una considerazione marginale, visto che de facto iTunes Store detiene il 90% del mercato online dei download musicali digitali.

Dopo numerosi mezzi annunci, ritrattazioni e ripensamenti, forse una gallina dalle uova d’oro sta per approdare sullo store digitale di Cupertino. Ancora nel 2009, vale a dire ben 39 anni dopo la separazione dei membri del gruppo, i Beatles hanno venduto qualcosa come 3,3 milioni di copie solo negli USA. Non sorprende quindi che Apple stia spingendo, e parecchio, per metterci le mani sopra.

Ti potrebbe interessare
Compromessi 10.000 account di Facebook?
Prezzi e tariffe

Compromessi 10.000 account di Facebook?

Un nuovo gruppo di pirati informatici che si sono chiamati “Team Swastika” avrebbe comunicato tramite Pastebin di aver hackerato niente di meno che Facebook e che avrebbero sottratto le informazioni di circa 10.000 account, resi poi pubblici. Notizia che farebbe venire i brividi pensando ai 10.000 utenti del social network le cui password d’accesso sarebbero