Tesla, nuovi piani di espansione dei Supercharger

Tesla annuncia i nuovi piani di sviluppo dei Supercharger pubblicando una mappa con la probabile diffusione dei punti di ricarica veloce entro il2017

Parliamo di

Uno dei punti di forza di Tesla è la sua rete Supercharger, cioè un network di stazioni di ricarica veloce a cui le Model S e Model X possono collegarsi per ricaricarsi velocemente durante un viaggio. Questa rete è molto ben distribuita sia in America che in Europa ma i suoi piani di espansione non si sono certamente fermati. Tesla, infatti, ha aggiornato i suoi obiettivi, pubblicando la nuova mappa dell’espansione dei Supercharger entro la fine del 2017.

In realtà, alcuni obiettivi di crescita di questi network non sono stati raggiunti nel 2016, soprattutto in Europa ma proprio per questo Tesla ha voluto aggiornare la mappa dei Supercharger con una nuova previsione di sviluppo. In particolare, la nuova mappa del 2017 mostra interessanti novità per quanto riguarda i Supercharger nelle Hawaii, nel Messico, in Taiwan, in Corea ed in Nuova Zelanda. In particolare, in America, Tesla ha annunciato nuovi Supercharger nelle Hawaii e in Messico e nuovi punti di ricarica arriveranno in tutto il territorio del paese ed in Canada andando, sostanzialmente, a realizzare le promesse del 2016.

Gli americani, dunque, molto presto potranno utilizzare le loro Tesla per viaggiare con maggiore tranquillità senza mai rischiare di trovarsi senza un punto di ricarica veloce. Per quanto riguarda l’Europa, arriveranno soprattutto nuove stazioni di ricarica in Francia e nel centro del vecchio continente. L’espansione dei Supercharger verso l’Europa dell’est originariamente prevista nel 2016 è, adesso, rimandata al 2017. Per quanto riguarda strettamente l’Italia si sarebbero persi per strada i Supercharger della Sicilia e della Sardegna ed un paio previsti per la costa tirrenica. Dovrebbe arrivare, invece, qualche Supercharger in più nel nord Italia.

Attualmente, Tesla dispone di oltre 4800 Supercharger in tutto il mondo che saranno sensibilmente aumentati in vista del debutto della Model 3. Proprio al fine di sovvenzionare questo sviluppo, Tesla ha deciso di rendere a pagamento i Supercharger per tutte le nuove Tesla acquistate dal 2017. Attualmente, infatti, il loro utilizzo è libero ed illimitato. Inoltre, per prevenire il loro affollamento, la società di proprietà di Elon Musk ha deciso di implementare una sorta di tassa per tutti coloro che occuperanno un posto anche quando l’auto ha finito di ricaricarsi.

Ti potrebbe interessare
Vodafone YOU sei TU: diventa il volto del nuovo catalogo
Prezzi e tariffe

Vodafone YOU sei TU: diventa il volto del nuovo catalogo

Vodafone dal 10 sino al 18 gennaio offre la possibilità a tutti di diventare i nuovi volti immagine per il catalogo Vodafone You. Tutti gli iscritti a Vodafone Lab potranno infatti aderire al programma Vodafone You e caricare poi nella loro area riservata una o più foto dei propri volti in primo piano. Le foto

Google sta sviluppando un tablet con Android?
Tablet

Google sta sviluppando un tablet con Android?

In questi ultimi mesi l’argomento “caldo” nel mondo multimediale sono stati senza dubbio i tablet: passata la sbornia per il lancio del recente iPad, tutti i maggiori produttori si stanno rimboccando le maniche per non farsi mancare nei listini quello che sembra essere il gadget del futuro.All’appello, a dire il vero, manca ancora qualcuno, e

L’Italia verso il modello francese?
Prezzi e tariffe

L’Italia verso il modello francese?

Nonostante le rassicurazioni e gli annunci dei ministri Bondi e Maroni secondo cui nessuna azione particolarmente repressiva sarebbe stata adottata contro gli sharer, pare invece che concretamente le cose vadano nella direzione opposta.Sembra infatti che l’Italia abbia deciso di seguire il modello francese nella lotta alla pirateria digitale; stando alle prime notizie trapelate, Bondi avrebbe

AOL Desktop per Mac in  versione beta
Apple

AOL Desktop per Mac in versione beta

AOL è un portale storico negli Stati Uniti che da poco ha debuttato anche in Italia con la versione Italiana.Nato nel 1983, oggi AOL è il più grande Internet Service Provider del mondo (conta 23 milioni di utenti). Nel tempo ha acquisito molte società ed una di queste è Netscape.Proprio di Netscape Communicator, AOL Desktop