QR code per la pagina originale

BMW iX3, il SUV elettrico di BMW

BMW iX3 è il primo SUV 100% elettrico della casa automobilistica tedesca; avrà 270 cavalli e disporrà di un'autonomia di circa 250 miglia.

,

Come da attese, BMW, al Salone di Pechino, ha presentato la BMW iX3, un concept del suo SUV elettrico che debutterà nel 2020. La location della presentazione di questo importante veicolo non è stata scelta a caso in quanto la futura BMW iX3 sarà costruita in uno stabilimento in Cina. Esteticamente, il modello iX3 non è molto diverso dall’attuale SUV X3 con motore a combustibile fossile.

La casa automobilistica afferma che questo SUV elettrico disporrà di un motore in grado di fornire 270 cavalli per un’autonomia di circa 250 miglia (ciclo WLTP) che è più o meno lo stesso livello di percorrenza promesso dalla recente Jaguar I-Pace e della declinazione base della Tesla Model X. BMW fa anche sapere che la iX3 disporrà di un pacco batterie da 70 kWh che è più piccolo di quello integrato nella Jaguar I-Pace (90 kWh) e di quello della versione base dalla Tesla Model X (75 kWh). La BMW iX3 supporterà la ricarica rapida sino a 150 kW, almeno nelle stazioni di ricarica che disporranno di questa potenza.

Quanto mostrato da BMW è un netto passo in avanti rispetto all’attuale BMW i3, un’auto sicuramente iconica per estetica ma che offre, tecnicamente parlando, molto di meno. La BMW iX3 vuole essere, infatti, un’auto “normale” ma a propulsione elettrica.

Il primo SUV elettrico della casa tedesca dovrà affrontare un segmento di mercato in grande fibrillazione e sicuramente non avrà vita facile. BMW non ha voluto mostrare gli interni di questo nuovo veicolo, ma le linee esterne fanno capire molto bene come il progetto sia già in una fase avanzata.

Che la produzione avvenga in uno stabilimento della Cina è il segnale della crescente influenza esercitata dal Paese sull’industria automobilistica, in particolare per quanto riguarda i veicoli elettrici. La Cina, infatti, sta spingendo molto sull’elettrico per ripulire l’aria e per BMW potrebbe rappresentare una ghiotta occasione produrre direttamente in quel Paese la sua auto elettrica di punta.

Trattasi anche di un chiaro segnale che l’azienda pensa che i consumatori in mercati come l’Europa e gli Stati Uniti siano oramai pronti a comprare auto fatte in Cina, cosa non scontata sino a poco tempo fa.

Non sono noti i prezzi di mercato della futura BMW iX3 ma sicuramente saranno allineati a quelli delle auto elettriche di fascia Premium.

Fonte: The Verge • Immagine: BMW