TikTok: arriva il parental control

L’app preferita dagli adolescenti di tutto il mondo, TikTok, riceve il parental control, ma per ora solo nel Regno Unito.

Parliamo di

L’app preferita dagli adolescenti di tutto il mondo, TikTok, riceve il parental control. Proprio così: mercoledì scorso la piattaforma video ha lanciato una nuova funzionalità chiamata Family Safety Mode, che permette a mamma e papà di gestire l’attività dei loro figli e il tempo trascorso sulla piattaforma.

Per ora è disponibile solo nel Regno Unito, ma nelle prossime settimane verrà esteso ad altri Paesi, probabilmente Italia compresa. Grazie a questa nuova feature, i genitori potranno imporre ogni giorno dei limiti temporali di utilizzo per i loro figli, con intervalli di 40 minuti, 60 minuti o 90 minuti.

I genitori possono anche limitare o disattivare messaggi diretti e limitare determinati contenuti che potrebbero non essere adatti a tutte le fasce di età. TikTok è frequentato soprattutto da utenti giovanissimi e adolescenti (la cosiddetta Generazione Z – nati tra il 1995 e il 2010)adolescenti: secondo i dati di Mediakix, circa il 60% degli utenti mensili ha un’età compresa fra i 16 e i 24 anni.

In genere, sull’app gli utenti condividono clip da 15 secondi dove si mostrano mentre ballano, sincronizzando labbra, facendo scenette comiche o partecipando a sfide che propone la stessa piattaforma. La popolarità dell’app tra gli adolescenti e la sua forte viralità ha spinto i genitori a porsi diverse domande sull’utilità o la pericolosità di TikTok.

Negli USA, TikTok offre già una versione limitata per gli utenti under 13 che non permette di condividere o commentare video e messaggi con altre persone, ma i bambini possono comunque visualizzare i contenuti adatti alla loro età. Una sorta di versione più “passiva”.

Vogliamo che le persone si divertano su TikTok, ma è anche importante che la nostra comunità si occupi del loro benessere, il che significa avere una sana relazione con app e servizi online – ha scritto Cormac Keenan, responsabile della fiducia e della sicurezza di TikTok per la regione EMEA in un post sul blog.

Ti potrebbe interessare