QR code per la pagina originale

Facebook sposa l’idea dello smart working permanente

Mark Zuckerberg segue l'esempio di Twitter e annuncia che anche i dipendenti di Facebook potranno lavorare da casa a tempo indeterminato.

,

Facebook come Twitter sullo smart working. Il fondatore e CEO Mark Zuckerberg ha annunciato oggi che, seguendo l’esempio di altre grandi aziende tech, darà la possibilità ai propri dipendenti di continuare a lavorare in smart working in modo permanente.

Zuckerberg ha comunicato la grande novità in un live streaming riservato ai dipendenti di Facebook, spiegando loro che il colosso ha già messo in campo la possibilità di fare assunzioni da remoto e che sta adottando ulteriori misure per aprire “al lavoro da remoto in modo permanente per i dipendenti” di Facebook.

Fino a pochi giorni fa Facebook aveva deciso di estendere lo smart working almeno fino alla fine del 2020, ma evidentemente i nuovi dati sulla produttività da remoto ha convinto Zuckerberg a pensare ad un approccio più permanente. Esisterà la possibilità di lavorare da remoto in modo definitivo, ma chi vorrà potrà decidere di riprendere, non appena sarà possibile, il lavoro in sede.

Zuckerberg ha anche stimato che entro i prossimi 10 anni circa il 50% dei dipendenti di Facebook lavorerà in modo definitivo da casa, recandosi in sede solo per quanto strettamente necessario.

Ad oggi, dopo la decisione annunciata da Twitter, ad abbracciare lo smart working permanente sono stati Square e Shopify. Ora a questa lista si aggiunge Facebook, mentre per Microsoft lo smart working resta una soluzione temporanea.