Un Anno di Ricerche: le tendenze italiane nel 2021 su Google

Tanto sport, didattica a distanza, l’indimenticabile Raffaella Carrà e la certificazione verde gli argomenti più ricercati su Google.

Parliamo di

Gli argomenti che hanno fatto registrare i maggiori picchi di ricerca su Google rispetto al 2020 sono ricchi e sfaccettati. E’ quanto emerge da un report pubblicato dal colosso di Mountain View, che arriva a pochi giorni da quello relativo ai video più popolari su YouTube in Italia nel 2021. Parole (ancora) legate alla pandemia, che hanno visto interrogare il motore di ricerca per trovare un aiuto su come muoversi in una realtà fatta di certificazioni, vaccini e zone dai colori variabili. Ma anche informazioni sulle personalità che hanno caratterizzato la scena sportiva internazionale, che hanno guidato gli utenti in ambito politico e artisti che hanno portato al successo la musica in Italia e nel mondo.

Un Anno di Ricerche su Google

Tanto sportdidattica a distanza, la scomparsa dell’indimenticabile Raffaella Carrà e la certificazione verde, sono questi i grandi temi che hanno fatto tendenza in Italia nel 2021 secondo Un anno di Ricerche su Google. Ma il 2021 è stato anche l’anno dei grandi cosa significa – dal ddl zan al termine transgender,  passando per le sigle e i vocaboli più specificamente legati alla pandemia da Covid-19, nonché dei perché legati all’attualità politica e sociale. Ma anche dei come, riferiti a questioni pratiche legate ai vaccini e alla vita quotidiana. Le tendenze 2021 non finiscono qui: per le liste complete dell’anno potete visitare questo sito: g.co/2021trends/IT.

Spazio anche allo shopping, con un 2021 dove il digitale ha riscontrato una grande accelerazione dell’e-commerce che ha interessato in particolare questo periodo dell’anno che porta al Natale. Secondo uno studio Google/Ipsos Canada il 48% degli italiani acquisterà di più online nel periodo delle festività, e cercherà sul digitale uno spazio dove trovare ispirazione per i propri acquisti. Lo studio ha evidenziato infatti anche il desiderio di non rinunciare all’esperienza di acquisto nei negozi fisici: il 53% dei rispondenti ha affermato che prima di recarsi in negozio per effettuare l’acquisto di un determinato prodotto, verificherà online chesia effettivamente disponibile in store.

 

Ti potrebbe interessare