QR code per la pagina originale

Google propone il bookmark Shared Stuff

Google propone un proprio sistema di bookmark che, tramite un apposito pulsante, si integra con i preferiti del browser o con la toolbar e permette di condividere istantaneamente i link che si stanno navigando. Tramite il servizio Google o servizi terzi

,

Google ha lanciato un nuovo servizio per la condivisione di risorse in rete denominato Google Shared Stuff. L’idea di per sè non è nuova e Google non fa infatti particolare vanto per l’idea, ma il tutto è realizzato in un modo nuovo che ben si integra con i Preferiti del browser in uso.

Per accedere al servizio è necessario innanzitutto andare sulla homepage di Google Shared Stuff, quindi cliccare con il pulsante destro sull’apposita icona ed usare la funzione per l’inserimento nei Preferiti. Lo stesso passaggio può essere sostituito da un più diretto drag&drop nella toolbar, ed in entrambi i casi si ottiene un pulsante “Email/Share” che tornerà utile allo scopo.

Ogni volta che si naviga una pagina che si intende segnalare è sufficiente cliccare sul pulsante creato: viene ad aprirsi una pagina nella quale è possibile innanzitutto scegliere la formula con cui l’url (ed una eventuale immagine allegata) vengono riportati nella propria segnalazione. Inoltre è possibile selezionare il tipo della segnalazione:

  • Share, per segnalare il proprio link direttamente su Google Shared Stuff;
  • E-mail, per segnalare un url tramite la posta elettronica;
  • More, per scegliere su quale bookmark online andare a riportare la propria segnalazione. Nell’elenco sono compresi Facebook, Furl, del.icio.us, Social Poster, Reddit e Digg.

Il pulsante creato rappresenta un’utile scorciatoia per andare a condividere i propri link sul sistema ed al tempo stesso permette a Google Shared Stuff di divenire un luogo privilegiato per la segnalazione delle proprie risorse (con una logica posizione di rilievo, sulla pagina del servizio, dell’offerta Google rispetto alla concorrenza).

Notizie su: