QR code per la pagina originale

iPhone UK, ed è subito cybersquatting

Già online decine di domini relativi all'uscita britannica del telefono Apple associata al carrier O2. Sembra difficile che le due case siano disposte ad aprire un sito congiunto per l'evento, tuttavia i cybersquatter ci stanno provando

,

Come si conviene per tutti gli eventi che vogliano essere definiti tali anche il lancio europeo dell’iPhone sta subendo uno sfruttamento commerciale su tutti i fronti, specialmente dai soggetti che non sono i diretti interessati (Apple e O2). Dato che il primo paese europeo ad accogliere il telefono-iPod di Cupertino sarà la Gran Bretagna, lì si concentra il maggior numero di exploit che cercano di trarre vantaggio dalla popolarità dell’evento. Il cybersquatting è probabilmente il fenomeno che maggiormente si è distinto in questo contesto.

Trattasi della pratica, in uso da molto tempo, di comprare e quindi occupare domini rilevanti, capaci di attirare utenza e potenzialmente utili alle aziende direttamente interessate. Nel caso specifico risultano essere state registrate dozzine e dozzine di domini coinvolgenti i nomi Apple e O2 come ad esempio www.o2iphone.net, www.o2iphone.co.uk, www.ukiphone.co.uk o www.02iphone.co.uk. Altri domini uniscono il nome del telefono ad altri carrier: www.tmobileiphone.com, www.iphonevodafone.co.uk, www.orangeiphone.co.uk. In questo modo si cerca di godere del traffico generato dalle ricerche e dai tentativi degli utenti di raccogliere informazioni intorno all’evento. I domini constano generalmente di una pagina sola, infarcita di Google Ads, per cercare di trarre quanto più beneficio è possibile da ogni visita, ed in certi casi contenenti altri link verso siti che promettono di sbloccare l’iPhone aprendolo ad operatori che non siano necessariamente quello con cui Apple stringe partnership esclusiva (pratica che però ha qualche controindicazione).

A quanto pare Apple e O2 non hanno specifiche intenzioni di mettere in piedi un sito congiunto: ogni informazione sul telefono di Cupertino è disponibile con duplice riferimento tanto sul sito Apple, quanto sul sito del carrier inglese.

Notizie su: ,