QR code per la pagina originale

Condividere in sicurezza un Pc

,

In un mondo sempre più connesso e nel quale i computer si trovano con sempre maggiore facilità anche in luoghi pubblici, sorge il problema dell’affidabilità e sicurezza dei PC condivisi. Quando più persone usano lo stesso PC si creano essenzialmente due ordini di problemi:

  • Affidabilità: Messa a rischio da installazioni di software e download di file dalla rete, che possono compromettere la stabilità dell’intero sistema (e quindi anche gli altri utenti dello stesso PC)
  • Sicurezza: L’accesso e il salvataggio di informazioni personali su un PC condiviso, si risolve in un rischio per la sicurezza di queste informazioni, che non devono essere accessibili anche agli altri utenti


Garantire queste due esigenze non è sempre facile. Basti pensare ai piccoli uffici nei quali capita spesso che ci sia uno o più PC condivisi da più persone. Che fare allora? Microsoft ha da tempo messo a disposizione degli utenti Windows un software gratuito, chiamato Windows SteadyState che si occupa proprio di ottenere affidabilità e sicurezza per il proprio PC.

SteadyState consente all’amministratore di sistema di “congelare” le cartelle di sistema, impedendo a chiunque modifiche su di esse. Inoltre permette di impostare, anche a non sistemisti, una serie di regole e permessi, stabilendo chi può fare che cosa. In questo modo sarà possibile, con la massima semplicità, delimitare lo spazio d’azione di ogni utente del PC. Ad esempio è possibile bloccare completamente l’accesso al pannello di controllo e al software di sistema, lasciando utilizzabile solo Internet Explorer e Office: una soluzione ideale per un PC condiviso dedicato alla navigazione di ospiti o accessibile da chiunque.

Anche i dati dei vari utenti sono protetti, in quanto una volta aperta la sessione di lavoro di un utente, questo non potrà aprire i file di un altro utente. In questo modo è garantita la riservatezza delle informazioni, cosa non sempre facilmente fattibile usando semplicemente la sezione “Account Utente” presente nel Pannello di Controllo di Windows XP. Quest’ultima è infatti una funzione pensata per dare una separazione informale e pratica a più utenti che operano sullo stesso PC. Windows SteadyState è invece pensato per formalizzare questa separazione tra utenti, creando rigide regole e sistemi di permessi non aggirabili.

SteadyState è un prodotto davvero flessibile che può essere utilizzato in vari ambienti: a casa, in ufficio, a scuola, in luoghi pubblici e, in generale, in tutti gli scenari nei quali sorge l’esigenza di distribuire in modo scalabile e flessibile i permessi di utilizzo del sistema e dei suoi applicativi.

Notizie su: