QR code per la pagina originale

Record storici per le vendite dei videogiochi

La videoludica è indubitabilmente il settore più proficuo di tutto il mercato del software e dell'intrattenimento. L'esordio delle console di nuova generazione nell'ultimo anno ha generato profitti mai visti e promette di crescere ancora nel 2008

,

Il mercato dei videogiochi si sta confermando ai suoi massimi storici nonchè al momento uno dei settori più proficui e in espansione di tutta la filiera dell’entertainment e del software. Il merito neanche a dirlo va in gran parte a Nintendo Wii.

Il paese in cui il cambiamento è più significativo sembra essere la Gran Bretagna dove solo nell’ultima settimana si sono venduti almeno 78 milioni di giochi per circa 122 milioni di euro di profitti, un nuovo record per il mondo della videoludica. Ma tutto il 2007 è stato un anno da record nell’isola, un aumento delle vendite del 25% rispetto ai dodici mesi precedenti ha infatti fatto schizzare gli introiti totali a 2,11 miliardi di euro, cifre mai toccate.

Il motivo è chiaramente l’arrivo di tutte e tre le console di nuova generazione e l’ampliamento della comunità dei giocatori generato da Nintendo Wii. Nella sola Gran Bretagna nell’ultimo quarto dell’anno sono state vendute ben 11 milioni di console (il 33% in più dello stesso periodo di un anno fa): ora le vendite dei giochi per console costituiscono il 79% di tutti i software venduti e per il secondo anno di fila le scorte di Nintendo Wii sono finite.

Di riflusso addirittura anche la Xbox360, che di tutte le console di nuova generazione è quella che è presente sul mercato da più tempo (un anno prima delle altre), prevede di vendere nel 2008 più di quanto ha fatto nel 2007. Confermando come anche per il 2008 l’Europa dovrebbe rimanere il terreno di battaglia determinante.

Ma come già detto parecchie volte a fare la parte del leone rimane Nintendo Wii, la quale nel solo territorio britannico ha superato nelle vendite totali la console di Microsoft che fino ad ora era rimasta in vantaggio in virtù del suo arrivo sul mercato con un anno di anticipo. Per il 2008 le previsioni naturalmente sono di un sorpasso globale delle vendite totali, anche per gli Stati Uniti, il presidio Microsoft per eccellenza.