QR code per la pagina originale

Il nuovo corso di LG

L'azienda coreana tenta la svolta, puntando sul marketing ed elevando di molto le proprie previsioni di vendita per il 2008. Il 38% in più di dispositivi mobili e l'89% in più di televisori per arrivare ad essere la terza azienda di elettronica al mondo

,

LG dopo cinquant’anni di attività relativamente nell’ombra, vendendo molto ma senza mai arrivare ad essere uno dei marchi di primo piano nel mondo dell’elettronica di consumo, ha ora intenzione di cambiare strategia e entrare più aggressivamente sul mercato.

Tutto inizia con la battagliera dichiarazione di voler vendere nel 2008 il 38% di dispositivi portatili e l’89% di televisori in più del 2007 per raggiungere almeno il 10% del mercato europeo e diventare a livello mondiale la terza azienda del comparto elettronico (è la seconda per i televisori e la quinta per i telefoni). E non si fermano qui le novità: LG ha assunto un direttore per il marketing (il primo nella storia dell’azienda) e ha promosso a funzionario per la prima volta un non coreano.

Sono importanti le cifre che l’azienda conta di raggiungere: più di 13 milioni e mezzo di cellulari contro i 9,8 milioni dell’anno scorso, puntando anche su novità come il Viewty. Di certo il momento è propizio: 15 milioni di persone nel mondo hanno comprato il suo modello Chocolate dal 2007 e il suo televisore HD da 4.000 dollari è stato inserito tra i “preferiti” nel seguitissimo talk show di Oprah Winfrey.

Tuttavia LG non è l’unica azienda coreana con simili ambizioni, c’è anche Samsung che la sorpassa sia nel settore televisori che in quello della telefonia. Per superarla la strategia del nuovo direttore marketing andrà ben oltre la precedente (il logo con il viso sorridente) puntando a modelli che implichino più design per entrare nelle vite dei consumatori. Già a partire da quest’anno.

Notizie su: