QR code per la pagina originale

BlackBerry dà ancora problemi ma cresce

Nuovi malfunzionamenti, questa volta più circoscritti, sulla rete RIM non impediscono alle vendite di continuare a salire. Si pensa toccheranno quota 14 milioni di clienti in Marzo e la borsa ne risente positivamente

,

Non passa nemmeno una settimana dall’ultimo grave malfunzionamento della rete RIM che arriva notizia di un altro ma più piccolo e circoscritto problema per gli utilizzatori di BlackBerry, un blackout di poche ore della sola rete BIS.

Il disservizio viene classificato come “minore” proprio perchè circoscritto ad un’area che non è la principale, nel senso che il BlackBerry Internet Service (che inoltra le mail dei singoli al server BlackBerry) non è il più utilizzato, l’utenza corporate infatti sfrutta il BlackBerry Enterprise Server. Certo il problema non ha tuttavia mancato di far infuriare molti fan e utilizzatori del prodotto dalle pagine dei forum dedicati.

L’azienda ha subito rilasciato una dichiarazione: «RIM ha effettuato le consuete operazioni di revisione e mantenimento sui server che hanno però preso più tempo del dovuto, per questo alcuni utenti possono aver notato un rallentamento nella fornitura del servizio».

Eppure nonostante i malfunzionamenti, che di certo non pochi problemi pongono a chi usa il telefono di RIM per il proprio lavoro in mobilità, gli utenti BlackBerry continuano ad aumentare e sembra che siano pronti a raggiungere i 14 milioni entro marzo. Anche i tassi di crescita sono in aumento e nello stesso mese potrebbero raggiungere una quota compresa tra il 15 e il 20%.

Di pari passo vanno anche le quotazioni RIM che sono salite quasi del 9% e Mike Lazardis, co-CEO dell’azienda, spiega così alla Canadian Press le motivazioni del successo: «Molti dei nostri clienti corporate vedono il BlackBerry come un meccanismo di recovery perchè possono usarlo per comunicare anche senza i server per email. Cosa che mette ancora più pressione sulle nostre spalle». Nel commentare poi i disservizi ricorda come «una delle cose che i recenti blackout hanno provato è quanto in fretta siamo riusciti a riportare tutto alla normalità».

Notizie su: