QR code per la pagina originale

YouTube si regala un lifting

YouTube ha pesantemente modificato la propria interfaccia. L'ordine degli elementi accumulati nel tempo si è fatto più logico, il video è ora il cuore della pagina e una intera colonna destra permette di organizzare un palinsesto personale degli streaming

,

L’interfaccia di YouTube, uno dei siti di maggior rilevanza in tutto il mondo, cambia grafica. Niente più di una semplice rivisitazione nel design, ma come sempre dietro ogni cambiamento di questo tipo si celano nuovi obiettivi, nuove idee, o almeno una ridefinizione dei principi su cui era stata disegnata la versione antecedente.

Il nuovo YouTube

Il nuovo YouTube

Come si può notare non vi sono aggiunte importanti rispetto alla versione precedente, ma a cambiare è soprattutto l’aspetto generale e l’organizzazione logica degli elementi sulla pagina. Il video in visione assume importanza centrale, così come la colonna destra diviene un collettore per i video correlati (ed utile per definire una sorta di palinsesto delle visioni con cui selezionare la sequenza degli streaming).

«Offrire la miglior esperienza di visione possibile» questo l’obiettivo dichiarato da YouTube a monte della propria rivisitazione del sito. Queste le principali modifiche apportate all’interfaccia seguendo la sequenza dei numeri indicata dalla raffigurazione offerta dal blog del servizio (ove ogni modifica è stata dettagliatamente descritta così da orientare l’utenza attraverso la nuova organizzazione dei contenuti):

  1. È possibile gestire facilmente la visione di tutti i video di un autore scegliendo i vari caricati o gestendo direttamente una sottoscrizione;
  2. descrizione, tag ed altre informazioni vengono spostate immediatamente sotto il filmato;
  3. il sistema dei voti viene mutuato dalla vecchia votazione con le stelline ad un semplice “mi piace” in stile Facebook;
  4. dati e statistiche relativi al video in visione;
  5. opzione per la selezione di un video di risposta;
  6. videocommenti;
  7. gestione dei commenti, immutata rispetto al passato;
  8. gestione della sequenza delle visioni, con la possibilità di preindicare i video da caricare così da poter gestire anticipatamente un flusso da godere in seguito a tutto schermo senza ulteriori click;
  9. elenco dei video correlati;
  10. gestione del proprio account (sottoscrizioni, profilo, video personali, posta in arrivo, preferiti, canali, eccetera).

Meno importante, ovviamente, la modalità “solo testo” per visualizzare i filmati con minor consumo di banda. Oggi infatti è il 1 Aprile e, GMail a parte, Google non ha mai lesinato piccoli scherzi in questa giornata:

Notizie su: