QR code per la pagina originale

HP TouchSmart, due computer tutti da toccare

HP ha annunciato il lancio di due computer con display touchscreen in grado di ruotare fino a 60°, uno per l'utenza consumer, l'altro per il business.

,

Un nuovo mondo spunta all’orizzonte per il settore touchscreen. Dopo aver conquistato quello mobile, gli schermi tutti da toccare si apprestano ad invadere il segmento desktop. Il primo passo in tal senso è stato mosso da HP, che ha annunciato l’arrivo di due nuovi computer che fanno del display “touch” una delle proprie principali caratteristiche tanto nelle funzioni quanto nel design.

L’aspetto più interessante dei cosiddetti “HP TouchSmart” non risulta essere tanto la possibilità di utilizzare applicazioni o navigare nel web con un dito, quanto quella di ruotare il display con un angolo che può raggiungere anche i 60 gradi, così da ottimizzare l’esperienza d’uso a seconda delle condizioni di lavoro in cui ci si trova. Gli schermi dei computer prodotti da HP si adattano dunque ad ogni esigenza, trasformandosi in vere e proprie postazioni di controllo da utilizzare in numerose circostanze lavorative.

L’intenzione di HP è quella di produrre due diversi computer, uno dedicato al mondo business, l’altro invece per l’utenza domestica. Entrambi dotati di display con retroilluminazione a LED e diagonale da 23 pollici, differiscono per alcune caratteristiche hardware. Il modello TouchSmart 610, destinato alla fascia inferiore del mercato, presenta un processore Core i3 da 3.2 GHz, 4 GB di RAM e disco fisso da 750 GB nella sua configurazione minima, un processore Core i5, 6 GB di RAM e un disco rigido da 1 TB, invece, per l’edizione più completa. Per quanto riguarda il TouchSmart 9300, dedicato principalmente all’utenza business, v’è la possibilità di scegliere tra Core i3, i5 e i7 in termini di processore, di adottare un tradizionale disco rigido (con capacità dai 250 GB a 1 TB) o un disco allo stato solido (da 80 a 160 GB) ed installare fino a 16 GB di RAM.

HP non ha solo pensato alla dotazione hardware dei propri PC, ma ha voluto prestare particolare attenzione anche al comparto software, bisognoso di alcuni ritocchi data la natura dei computer in questione. Figurano dunque alcune applicazioni ottimizzate per essere utilizzate tramite display touchscreen, che secondo i vertici di Palo Alto non alterano in alcun modo l’esperienza d’uso dei vari software disponibili. Tra le applicazioni fornite di default fa capolino anche LinkUp, programma utile a collegare via wireless due diversi computer, mostrando ad esempio sul TouchSmart ciò che avviene all’interno dello schermo di un altro PC.

La produzione del  TouchSmart 9300 presenta però alcuni intoppi, probabilmente conseguenza della decisione di adottare i chipset Sandy Bridge prodotti da Intel e attualmente in fase di revisione a causa dei problemi dovuti all’usura riscontrati nelle scorse settimane. Non è possibile dunque conoscere la data precisa di arrivo sul mercato, che dovrebbe però avvenire nel corso del mese di marzo. Il modello 610 farà invece il proprio debutto a partire da domani 9 febbraio, ad un prezzo di mercato pari a 900 dollari.

Fonte: VentureBeat • Notizie su: