QR code per la pagina originale

Livescribe, gli appunti vanno tra le nuvole

Livescribe annuncia l'arrivo di un software in grado di offrire la condivisione in salsa cloud dei documenti realizzati tramite le smartpen.

,

Scrivere appunti e trasformarli in PDF, con tanto di registrazione audio annessa: è questo quanto offerto dalle smartpen di Livescribe, che annuncia l’arrivo di un nuovo software in grado di ampliare le possibilità d’uso delle penne. In particolare si tratta di Livescribe Connect, un tool per la condivisione dei documenti in salsa cloud.

Tramite un apposito modulo le smartpen di Livescribe sono in grado di memorizzare ogni movimento compiuto durante la scrittura di testo su tradizionali supporti cartacei, con la possibilità di avviare anche una registrazione audio per catturare informazioni sonore provenienti dall’esterno. Collegando poi la propria penna al computer si può dare il via alla conversione dei dati catturati in veri e propri documenti digitali, con la possibilità di esportare il tutto in un comodo file PDF.

Con Livescribe Connect la società vuole andare oltre, grazie all’integrazione con una serie di servizi web di primo piano: Google Docs, Facebook ed Evernote possono infatti essere utilizzati per archiviare documenti direttamente dalla penna digitale, per essere poi disponibili in un secondo momento oppure condivisi con altre persone. Il tutto, senza mai abbandonare la smartpen: qualora si voglia salvare una pagina su uno dei servizi citati è sufficiente scriverne il nome tramite la penna, inserire alcune informazioni aggiuntive, toccare con la punta della penna le pagine da salvare ed al successivo collegamento della stessa al computer avverrà automaticamente l’invio delle informazioni desiderate ai server remoti. L’upload può essere inoltre effettuato manualmente tramite l’interfaccia grafica del software di gestione delle smartpen fornito dalla società.

All’elenco dei servizi web vanno ad aggiungersi poi alcuni dispositivi mobile, quali iPhone ed iPad di Apple, con i quali il nuovo software sviluppato da Livescribe risulta essere compatibile per il salvataggio dei propri appunti in formato digitale e per la consultazione degli stessi in mobilità. La smartpen di Livescribe si candida dunque come strumento per la conversione della carta in display, dell’inchiostro in pixel.

La smartpen Echo è disponibile in vari tagli: il modello base offre 2 GB di spazio per l’archiviazione di informazioni (oltre 200 ore di registrazioni audio) ed ha un prezzo di 99,95 dollari per unità. Per la versione da 4 GB il prezzo sale a 150 dollari, mentre l’edizione da 8 prevede un costo di 200 dollari. L’update software in questione è disponibile sin da subito per tutti i possessori del dispositivo.

Fonte: Livescribe • Notizie su: