QR code per la pagina originale

La prima volta di Windows 8

Microsoft ha svelato alla D9 Conference l'interfaccia di Windows 8 ed i primi dettagli circa le promesse cross-platform del sistema operativo.

,

L’epopea di Windows 8 inizia oggi, alla D9 Conference, con la prima dimostrazione del futuro sistema operativo di Redmond con le immagini immediatamente pronte a fare il giro del mondo. Il futuro di Microsoft è infatti su quella interfaccia, su quelle performance e su quelle promesse: c’è un mondo nuovo dopo Windows 7, c’è un esperimento che Steve Ballmer aveva fin da subito definito come il più coraggioso in assoluto.

Il nome, anzitutto: “Windows 8” è da considerarsi oggi soltanto come una denominazione temporanea, a cui il gruppo darà battesimo ufficiale soltanto più avanti nel tempo. L’interfaccia è una diretta derivazione di quanto Microsoft ha anzitempo creato sui Windows Phone: la pagina è una composizione di “live tiles”, elementi che vanno oltre le icone utilizzate invece da iPhone ed Android comunicando direttamente con l’utente circa i contenuti organizzati nel sistema. Ma fin dalla dimostrazione il gruppo è in grado di offrire anche tutta una serie di ambiziose promesse:

  • Rapido avvio delle applicazioni
  • Notifiche sulle live tiles con aggiornamenti in tempo reale
  • Switch fluido e rapido tra le applicazioni
  • Multitasking reale tramite la possibilità di mantenere aperte le app ridimensionandole sullo schermo
  • Applicazioni costruite su HTML5 e JavaScript che hanno la possibilità di accedere appieno alle risorse del pc
  • Browsing ottimizzato al touch in grado di sfruttare dell’accelerazione hardware concessa da Internet Explorer 10

Windows 8 sarà in grado di lavorare tanto con i device touchscreen quanto con mouse e tastiere. Ed è questo un aspetto fondamentale del sistema operativo poiché la promessa Microsoft è quella di un solo sistema per qualsiasi device. La dimostrazione punta infatti tutto sulla capacità cross-platform del progetto. Come rilevato da Digital.it:

È stato mostrato il funzionamento di Windows 8 su notebook con processori AMD Llano, Intel Core e NVIDIA Kal-El, oltre che su tablet con chip Atom e ARM. Quindi nessuna differenza tra architettura x86 e ARM, e piena compatibilità cross-platform per le applicazioni. Garantito infine il supporto per il BIOS UEFIe per gli SSD che consentiranno l’avvio in soli 6 secondi.

Con apposita schermata di ringraziamento, Microsoft ha inoltre offerto il proprio omaggio ad oltre 30 produttori hardware con i quali si sta già collaborando per la messa in opera dei device del futuro. Tra questi ultimi figurano nomi quali Samsung, Nokia, Intel, Acer, LG, Sony, NEC, Dell e molti altri ancora, su ognuno dei quali si intendono promettere tanto un vero always-on, quanto performance ottimali ed importanti valori in termini di durata delle batterie.

Nessuna indicazione precisa sui tempi di rilascio, ma due indizi importanti: la disponibilità sarà entro i 3 anni circa dal rilascio di Windows 7 (dunque entro il 2012) e non sarà entro il prossimo inverno (dunque non entro il 2011). Per toccare con mano i tablet Windows 8 occorrerà dunque attendere quantomeno il secondo semestre dell’anno venturo.

Microsoft definisce Windows come una vera e propria evoluzione del concetto di PC, ma per dettagliare ulteriormente le proprie idee il gruppo intende rivolgersi direttamente agli sviluppatori. L’appuntamento è pertanto per il 13/16 settembre ad Anaheim in California. A quel punto Windows 8 sarà nudo di fronte alla community dei developer, i primi da conquistare prima di poter passare all’esame del mercato.

Fonte: Microsoft • Notizie su: