QR code per la pagina originale

iPhone 5, Apple ordina i primi componenti

Secondo DigiTimes, Apple avrebbe richiesto i primi componenti per assemblare gli iPhone 5, il cui debutto è atteso a cavallo tra estate ed autunno.

,

Grande assente nel corso della WWDC 2011, l’iPhone 5 continua a far parlare di sé in attesa che fonti ufficiali possano confermarne le caratteristiche e l’arrivo sul mercato. L’ultimo rumor giunge da DigiTimes, secondo cui Apple avrebbe dato il via alle richieste di componenti nei confronti dei diversi fornitori con i quali ha stretto accordi.

In base a quanto suggerito da una fonte anonima, le società scelte da Cupertino per la realizzazione dei sensori della fotocamera sarebbero OmniVision, cui spetterebbe circa l’80% dell’intera produzione di iPhone di quinta generazione, e Sony, detentrice del restante 20%. Grazie alle richieste giunge dalla Mela, entrambi i gruppi si troverebbero a dover intensificare la produzione per far fronte alle necessità del gigante statunitense, presumibilmente entro la fine del terzo trimestre 2011.

Tali sensori saranno di tipo CMOS e lasciano intuire l’intenzione da parte di Apple di rinnovare ulteriormente il comparto fotografico del Melafonino, portando la risoluzione massima da 5 ad 8 Megapixel. In questo modo verrà offerta agli utenti la possibilità di scattare fotografie di dimensioni maggiori, usufruendo delle potenzialità dei sensori di ultima generazione per catturare gli scatti in mobilità: l’iPhone, del resto, è divenuto nel tempo il dispositivo più utilizzato per le foto caricate su Flickr, a dimostrazione dell’elevata qualità degli scatti ottenuti con lo smartphone di Cupertino.

Avago Technologies, altro fornitore del gruppo della Mela, permette poi di conoscere un ulteriore dettaglio sull’iPhone 5: se finora le richieste da parte di Apple hanno riguardato amplificatori di potenza per i modelli CDMA, infatti, nelle prossime settimane Avago invierà tre dei cinque amplificatori utilizzati negli smartphone WCDMA, confermando di fatto l’intenzione di far compiere all’iPhone un salto di qualità in materia di reti di comunicazione, garantendo maggiori velocità nella trasmissione dei dati.

Fonte: DigiTimes • Immagine: Flickr • Notizie su: