QR code per la pagina originale

Google+ sbarca sull’App Store

Google+ è ufficialmente su App Store: l'applicazione di Mountain View è stata approvata e può essere scaricata dal negozio virtuale della Mela.

,

L’applicazione ufficiale per l’accesso a Google+ da dispositivi iOS è sbarcata sull’App Store: il team di Cupertino che si occupa dell’approvazione delle app segnalate dagli sviluppatori ha infatti concesso il lasciapassare all’applicazione sviluppata dagli ingegneri di Mountain View, la quale può essere scaricata dallo store in maniera del tutto gratuita dagli utenti iPhone ed iPad.

Dopo circa tre settimane di attesa, condite da una serie di rumor relativi ad una possibile politica da parte di Apple volta ad ostacolare l’approdo del social network di Big G sui propri device, Google+ gode dunque di un’app nativa ottimizzata per i dispositivi mobile basati sul sistema operativo iOS. Al suo interno trovano posto tutti i principali strumenti messi a disposizione dal gigante delle ricerche per gestire le amicizie, il flusso di notizie, ed altri aspetti legati al proprio servizio sociale.

Google+ per dispositivi mobile permette di condividere in maniera più semplice le giuste cose con le giuste persone. Huddle permette di inviare messaggi alle persone più importanti in maniera estremamente veloce. E non importa dove tu sia, il flusso di aggiornamenti di permette di sapere cosa i tuoi amici stanno condividendo e dove sono.

L’interfaccia grafica dell’app si presenta piuttosto semplice ed essenziale, mettendo in mostra tutte le principali funzionalità realizzate dal team di sviluppo Google. In “tap” è possibile ricevere tutti gli aggiornamenti provenienti dal social network, oppure inviare nuovi messaggi, sia pubblici che privati, condividendo informazioni con le proprie cerchie di amici. Il tutto, senza dover accedere alla web-app realizzata da Google per offrire a tutti gli utenti mobile l’accesso a Plus.

Google+ per iOS richiede come requisito minimo la presenza della versione 3.1 del sistema operativo mobile realizzato di Cupertino e, a quanto pare, non risulta ancora pienamente compatibile con la Beta 3 di iOS 5, attualmente nelle mani degli iscritti all’iOS Developer Program per testarne l’efficienza e la stabilità in vista del rilascio finale.

Fonte: TUAW • Via: MacDailyNews • Notizie su: ,