QR code per la pagina originale

Nell’hi-tech gli italiani cercano forma e sostanza

Gli italiani spendono 2 miliardi di euro all'anno per l'acquisto di accessori di accompagnamento alla loro dotazione tecnologica.

,

La crisi economica, l’inflazione, il caro-benzina, la sfiducia, il crollo della propensione al consumo. Ciò nonostante, a quanto pare gli italiani rimangono dei grandi amatori di tutto quel che è elettronica di consumo, continuando a spendere in tecnologia ben oltre di quanto non si spenda in altri ambiti.

I dati emergono da una ricerca Doxa effettuata per conto di eBay, da cui si apprende come ogni anno il nostro paese spenda in accessori hi-tech 2 miliardi di euro per “coccolare” i propri oggetti. Trattasi di spese-appendice poiché non rappresentano il fulcro vero dell’investimento tecnologico, ma piuttosto fronzoli ed utilità ulteriori con cui si tenta di migliorare o personalizzare l’esperienza di consumo: «Il 37% degli intervistati (40% guardando ai soli uomini) ha dichiarato di cimentarsi nell’acquisto soprattutto di accessori, tipo cover del cellulare, casse dell’iPhone, auricolari alla moda, obiettivi per la macchina fotografica, hard disk esterni, eccetera».

Le performance del comparto su eBay vedono una crescita pari al 20%, confermando così il buon stato di salute del settore.

Guardando nel dettaglio alle diverse tipologie di accessori, quelli che hanno riscosso maggiore interesse sono gli accessori per cellulari, con un aumento degli acquisti annuo del 45%, in particolare quelli per l’oggetto tecnologico del momento, l’iPhone, con oltre 240mila oggetti venduti e una crescita annuale del 119%. A seguire troviamo accessori per pc portatili (+29%), per palmari (+27%) e per fotocamere digitali (+14%).

La pulsione all’acquisto è dettata spesso da necessità estetiche (il 47% degli acquirenti considera questo aspetto fondamentale nella scelta del device), mentre durata (83%), funzionalità (81%) e prezzo (74%) rappresentano i parametri di valutazione più citati tra i criteri oggettivi tenuti in considerazione.

eBay sottolinea peraltro come il 15% degli intervistati abbia ammesso di cambiare i propri device poiché non più soddisfacenti dal punto di vista estetico, il che porta così il marketplace ad impreziosirsi di usato di valore la cui valenza è scaduta agli occhi del venditore a causa di nuove release. La ricerca sottolinea l’importanza dell’estetica, ma non descrive una priorità. Anzi: il 98% degli utenti ammette di porre attenzione alle caratteristiche tecniche dei device desiderati e di avere quindi piena coscienza delle novità del settore e dell’evolversi dell’innovazione. Funzionalità ed estetica viaggiano pertanto di pari passo, esprimendo la duplice anima del rapporto tra gli italiani e gli oggetti hi-tech dei desideri. E tra gli italiani ed eBay:

La ricerca rivela infatti che sono circa 8 milioni gli italiani propensi ad acquistare i prodotti tecnologici tramite eBay.it, perché si trovano i prezzi migliori (48%), perché è facile e comodo (26%), per l’ampia scelta (18%) e perché è una piattaforma ideale per trovare i prodotti più innovativi (11%).

Notizie su: