QR code per la pagina originale

Troppo bassa la velocità di connessione in Italia

Secondo le rilevazioni Akamai, l'Italia si posiziona nei primi posti per utilizzo di Internet, ma negli ultimi per velocità di connessione media.

,

Akamai Technologies ha pubblicato il Rapporto sullo Stato di Internet relativo al secondo trimestre 2011, basato sulle informazioni raccolte dalla Akamai Intelligent Platform che gestisce circa il 30% del traffico web globale. In Italia cresce la penetrazione di Internet rispetto al trimestre precedente, ma il nostro Paese si posiziona agli ultimi posti per velocità di connessione media.

Il rapporto offre un’analisi approfondita dei principali dati, quali penetrazione di Internet, velocità di connessione e traffico mobile. In tutto il mondo sono stati rilevati oltre 604 milioni di indirizzi IP unici, con un aumento del 3,4% rispetto al primo trimestre del 2011 e del 21% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’Italia si piazza al nono posto per numero di collegamenti (circa 14,3 milioni) e vanta la crescita più alta del trimestre (+5,4%) tra le nazioni europee.

L’Italia però occupa il fondo della classifica relativa alla velocità di connessione media, posizionandosi al 34esimo posto tra le nazioni europee con una velocità media di 4,2 Mbps. La velocità di picco, invece, è di 16,6 Mbps, la metà di quella rilevata in Romania.

Tra le prime 100 città nel mondo, dominano le città asiatiche con 59 città in Giappone e 10 in Corea del Sud, dove è stata rilevata la velocità media più elevata (15,8 Mbps). Per quanto riguarda l’Europa, il rapporto Akamai rivela che sono 9 le città europee che rientrano nella classifica delle 100 città più veloci al mondo. Brno, in Repubblica Ceca, è la città più veloce del Vecchio Continente con una velocità media di connessione di 8,3 Mbps.

In Italia è aumentato del 41% il numero di connessioni con velocità maggiore di 5 Mbps, ma il nostro Paese si colloca ancora al primo posto in Europa per il maggior numero di connessioni lente: lo 0,8% gli italiani viaggia ancora a velocità di poco superiori a 256 kbps.

Risultati altalenanti anche per quanto riguarda il traffico mobile. In Italia esiste un divario di circa 2,6 Mbps tra il provider che offre la velocità di connessione mobile media maggiore (3,8 Mbps) e quello che offre la velocità media minore (1,2 Mbps). Le velocità di connessione massime offerte dagli operatori italiani vanno dai 8,3 Mbps ai 19 Mbps.

Immagine: Justin Marty • Notizie su: