QR code per la pagina originale

Intel Ivy Bridge ad aprile 2012

I primi processori a 22 nanometri arriveranno sul mercato nel secondo trimestre. Prestazioni superiori e consumi ridotti grazie ai transistor 3D.

,

Intel annuncerà la prossima architettura Ivy Bridge nel secondo trimestre del 2012. In commercio arriveranno prima i processori della serie Core i7 e Core i5, mentre i modelli Core i3 saranno sul mercato successivamente e, almeno nella fase iniziale, coesisteranno con le CPU Sandy Bridge.

I processori Ivy Bridge sono realizzati con processo produttivo a 22 nanometri e saranno i primi chip ad integrare i transistor 3D, progettati da Intel per ridurre i consumi e incrementare la velocità di commutazione, riducendo al minimo la dispersione di corrente.

I modelli Core i7-3700 (fascia premium) sono tutti di tipo quad core con supporto per la tecnologia HyperThreading e cache L3 ampia 8 MB. Le frequenze di clock variano dai 2,5 GHz del Core i7-3770T ai 3,5 GHz del Core i7-3770K, ma attivando la tecnologia Turbo Boost può salire fino ad un massimo di 3,9 GHz. La novità più interessante è però rappresentata dalla nuova GPU Intel HD Graphics 4000, compatibile con le DirectX 11, in grado di offrire prestazioni fino al 30% superiori a quelle della Intel Graphics 3000.

Molto più numerosa la famiglia Core i5-3300, Core i5-3400 e Core i5-3500 destinata alla fascia mainstream. Intel presenterà ben 14 modelli che si differenziano per frequenza, numero dei core e consumi. In questo caso, la cache di terzo livello scende a 6 MB, mentre la GPU integrata sarà la Intel Graphics HD 2500. La serie Core i3-3200, appartenente alla fascia bassa, sarà affiancati da nuovi processori a marchio Pentium a partire dal terzo trimestre. Quasi certamente, come gli attuali modelli Sandy Bridge, non integreranno la sezione grafica.

Il lavoro degli ingegneri di Intel ha permesso di ridurre ulteriormente i consumi rispetto all’attuale generazione di processori. Le CPU Ivy Bridge hanno infatti un TDP massimo di 77 Watt, 15 in meno di Sandy Bridge, ma ci saranno anche modelli con consumi di 35, 45 e 65 Watt.

Fonte: Xbitlabs • Notizie su: