QR code per la pagina originale

Hasbro non ferma il Transformer Prime

La Corte degli Stati Uniti dà ragione ad ASUS: il nome Transformer Prime non entra in conflitto con i famosi giocattoli Hasbro.

,

Hasbro ha perso la sua battaglia legale contro ASUS nell’utilizzo del nome Transformer Prime. Il famoso produttore aveva infatti attaccato in tribunale il colosso taiwanese reo a suo dire di aver sfruttato per il nuovo tablet un nome che potrebbe confondere i consumatori dalla famosa e omonima linea di giocattoli. Hasbro ha cercato di convincere in tal senso la corte, poggiandosi anche sul fatto che esistono drive USB e altri accessori per computer che sfruttano questo marchio.

Il giudice ha però dato ragione ad ASUS spiegando che non c’è nulla di ingannevole nell’utilizzo del nome Eee Pad Transformer o Eee Pad Transformer Prime, né si può dire che esista qualche somiglianza nell’uso delle funzioni con i prodotti Hasbro. La Corte ha aggiunto che l’azienda taiwanese ha scelto il nome semplicemente per sottolineare al meglio una delle caratteristiche primarie del dispositivo, che grazie alla docking station può trasformarsi in qualunque momento da tablet a netbook e viceversa.

Infine, il giudice ha spiegato che la Hasbro abbia perso troppo tempo ad intentare la causa che è stata presentata solo nel dicembre dello scorso anno, e che non aveva quindi diritto ad una ingiunzione preliminare d’urgenza. Poco importa infatti che la casa si prepari a lanciare una linea di giocattoli chiamata proprio “Transformer Prime” questo mese.

In una nota successiva alla sentenza, Hasbro fa sapere di essere in forte disaccordo con la decisione presa dalla Corte e sottolinea che perseguirà attivamente la questione al fine di prendere tutte le misure necessarie per proteggere i propri marchi riconosciuti a livello mondiale.