QR code per la pagina originale

Samsung Galaxy S III, smartphone olimpico

Samsung e VISA annunciano una versione speciale del Galaxy S III che permetterà agli atleti di effettuare pagamenti mediante NFC e un'app dedicata.

,

Il Samsung Galaxy S III è stato nominato smartphone ufficiale delle Olimpiadi di Londra 2012. Una versione speciale del superphone Android da 4,8 pollici sarà consegnata nelle mani degli atleti che potranno quindi utilizzare il terminale per effettuare i pagamenti contactless mediante il chip NFC integrato e l’applicazione payWave di VISA.

Lo scorso anno Samsung e VISA avevano sottoscritto una partnership per portare il sistema di pagamento wireless ai Giochi olimpici di Londra. Ora le due aziende hanno annunciato che il Samsung Galaxy S III sarà lo smartphone che permetterà di effettuare acquisti in oltre 140.000 esercizi commerciali. La versione “sponsorizzata” del telefono non differisce da quella che arriverà nei negozi (in Italia a 699 euro), quindi sono confermate le specifiche tecniche: processore Exynos 4 Quad a 1,4 GHz, display da 4,8 pollici (1.280×720 pixel), fotocamera da 8 Megapixel, 1 GB di RAM e 16/32/64 GB di memoria interna.

L’unica novità è dunque rappresentata dall’integrazione dell’applicazione payWave per Android, sviluppata da VISA in collaborazione con Lloyds TSB. Fin dall’arrivo negli aeroporti della capitale inglese, gli atleti potranno utilizzare il Galaxy S III nei negozi, per proseguire poi sui taxi e all’interno del parco olimpico. Per utilizzare l’applicazione è sufficiente avvicinare lo smartphone ai terminali contactless, dopo aver cliccato sull’icona apposita. payWave mostrerà anche la cronologia delle transazioni effettuate e il credito residuo. Per importi inferiori alle 20 sterline non sarà necessario inserire un passcode.

VISA porterà presto il sistema di pagamento in tutta Europa e anche gli utenti italiani potranno utilizzare il proprio smartphone Android come portafoglio virtuale. Per ora gli atleti fungeranno da beta tester e da testimonial al tempo stesso, portando così sotto gli occhi dei fotografi i propri nuovi smartphone tra una performance sportiva e l’altra.

Fonte: Engadget • Notizie su: