QR code per la pagina originale

Facebook, polemiche e disagi per l’email forzata

Polemiche per le modifiche forzate su Facebook circa gli indirizzi email degli iscritti: anche le rubriche avrebbero subito cambiamenti indesiderati.

,

Facebook ha recentemente forzato gli indirizzi email @facebook.com sulle Timeline dei propri utenti, cosa che ha reso inaccessibile – se non con le dovute modifiche a mano – i vecchi indirizzi utilizzati dagli stessi per i contatti al di fuori del social network. I cambiamenti apportati hanno però generato parecchia confusione tra il popolo del canale sociale in blu e hanno anche causato modifiche indesiderate alle rubriche.

Secondo quanto segnalato in queste ore, un numero preoccupante di iscritti a Facebook si è accorto solo adesso del cambio di indirizzo email forzato dal team di Mark Zuckerberg e ha notato come questa modifica abbia variato anche le loro rubriche, con conseguenze peraltro davvero negative: molti avrebbero perso vari contatti, e non riuscirebbero ad accedere a diversi messaggi di posta elettronica potenzialmente ricevuti.

Furioso un dipendente di Adobe, il quale ha scritto sul proprio blog personale come «oggi, un collega ha scoperto che le sue informazioni di contatto nei miei confronti erano state silenziosamente aggiornate e il mio indirizzo email di lavoro sovrascritto con l’indirizzo @facebook.com. Egli ha scoperto solo dopo di avermi mandato email di lavoro all’indirizzo sbagliato. E ancora peggio, le email non sono attualmente nella mia casella Facebook. Ho controllato. Sono scomparse nell’etere». Egli punta inoltre il dito contro l’integrazione di Facebook in iOS 6, che a suo parere «cambierà tutte le rubriche senza alcun preavviso».

In Rete v’è già chi grida al disastro e si lamenta non solo per le modifiche attuate, ma anche e soprattutto del fatto che il team di Mark Zuckerberg abbia deciso di apportare tali cambiamenti senza comunicarlo preventivamente ai propri iscritti. Ed è questa una polemica a cui Facebook dovrà necessariamente rispondere al più presto, dato che un cambio del genere potrebbe rivelarsi profondamente problematico e potenzialmente grave, soprattutto per coloro che utilizzano il canale sociale anche per lavoro e tramite la sincronizzazione dei contatti avevano delegato a Facebook l’identificazione personale e l’aggiornamento dei riferimenti di contatto.

Fonte: Cnet • Via: PC World • Notizie su: