QR code per la pagina originale

Yahoo, Marissa Mayer indica la strada

In sole due settimane, il nuovo CEO di Yahoo! Marissa Mayer ha iniziato già ad apportare i primi cambiamenti interni: Yahoo! sarà più simile a Google.

,

Sono trascorse solo due settimane da quando Marissa Mayer è stata nominata CEO di Yahoo, ma il nuovo amministratore delegato sta già iniziando a mostrare i segni di come sarà l’azienda di Sunnyvale sotto il proprio regime. In base a ciò che stato possibile notare in questo lasso di tempo, Yahoo diventerà più simile a Google, ovvero proprio quel gruppo da dove la Mayer è venuta.

Marissa Mayer avrebbe infatti iniziato a rivitalizzare Yahoo rendendola più simile a Google: in particolare in queste due settimane ha già avviato le prime modifiche direttamente al quartier generale di Sunnyvale, in California, per sposare nuove politiche ed un nuovo approccio con i dipendenti e dar così nuova forma e nuovo appeal all’azienda. Tra le novità, si segnala l’istituzione di una riunione settimanale che avrà luogo ogni venerdì pomeriggio e dove, tra l’altro, vi sarà cibo gratis per tutti. Un’offerta di questo genere è diventata standard non solo in Google ma anche in molti uffici della Silicon Valley: Facebook e Twitter, ad esempio, servono snack e quotidiani gratuiti ai dipendenti.

Ciò è senza dubbio un piccolissimo cambiamento ma è chiaro come il nuovo CEO di Yaho desideri migliorare da subito il morale dei propri dipendenti e di una società la cui immagine pubblica, e interna, è peggiorata nel corso degli ultimi anni. Secondo alcuni report, la Mayer starebbe anche pianificando l’introduzione di importanti cambiamenti negli spazi di lavoro, utili a mantenere in forma gli impiegati e a renderli più collaborativi. Si dice che stia anche spingendo per migliorare i prodotti principali targati Yahoo, quali Mail, Flickr e il motore di ricerca.

Kara Swisher precisa infine che una nuova acquisizione o nuovi prodotti potrebbero essere presto annunciati dalla Mayer nei prossimi giorni. C’è chi parla della possibile inglobazione di PubMatic o addirittura dell’acquisto di un servizio di alto profilo qual è Flipboard.

Fonte: Mashable • Via: All ThingsD • Immagine: CNN • Notizie su: