QR code per la pagina originale

Bluetooth, nuovi standard per il fitness

Il Bluetooth SIG ha annunciato l'arrivo di nuovi standard per la realizzazione di accessori per l'attività fisica, maggiormente precisi ed affidabili.

,

La tecnologia viene incontro a tutti gli appassionati di fitness: il Bluetooth Special Interest Group ha infatti annunciato di aver ultimato due nuovi standard di comunicazione mediante i quali intende ottimizzare lo scambio di informazioni tra dispositivi destinati alle attività sportive ed altri quali smartphone, tablet e PC. Dedicati rispettivamente alla corsa ed al ciclismo, tali standard consentiranno di ottenere informazioni maggiormente precise sulle attività svolte.

Ad oggi, infatti, uno dei principali problemi in tal senso è la scarsa precisione da parte di tali dispositivi nell’elaborare informazioni quali le calorie bruciate, la distanza percorsa ed altri dettagli utili a comprendere l’efficacia della propria attività fisica. I due nuovi standard hanno quindi l’obiettivo di risolvere tale problematica, mettendo a disposizione dei produttori nuovi strumenti mediante i quali sarà possibile fabbricare prodotti maggiormente precisi.

In questo modo gli accessori dedicati al fitness potranno elaborare con maggiore accuratezza informazioni relative alla velocità, alla falcata durante la corsa oppure alla lunghezza della pedalata durante le attività di ciclismo, la cadenza del passo, le calorie bruciate e, chiaramente, la distanza percorsa. Una volta ottenuti tali dati potranno scambiarli con altri dispositivi, così da poterli immagazzinare ed ottenere di fatto uno storico delle proprie attività fisiche.

Trattasi insomma di nuovi standard orientati anche all’apertura, mettendo a disposizione uno strumento unico per lo scambio di dati che consentirà ai produttori di far interagire i propri dispositivi senza la necessità di adottare soluzioni proprietarie. Un vantaggio, questo, di cui potranno giovare anche gli utenti finali, i quali potranno scegliere il prodotto maggiormente idoneo alle proprie esigenze senza preoccuparsi di tale fattore: gli standard abbattono le soluzioni proprietarie e aprono al mercato una molteplicità di opportunità che non è difficile immaginare in estensione anche all’ambito del gaming.

Fonte: GigaOM • Via: VentureBeat • Notizie su: