QR code per la pagina originale

Microsoft abbandona Yahoo! per inseguire Google

Yahoo! non è più il concessionario per la vendita degli spazi pubblicitari sul network MSN. Microsoft ha infatti intenzione di far tutto da sé e con questa scelta palesa l'intenzione di voler inseguire Google con più determinazione.

,

Microsoft ha compiuto una importante scelta strategica che comporterà innanzitutto un rafforzamento di MSN Search nel settore della ricerca ed inoltre toglierà importante linfa vitale a Yahoo!, attuale rivale del dominatore Google. Il tutto era stato largamente preannunciato e Bloomberg News ne prevedeva l’ufficializzazione già addirittura lo scorso Marzo. La scelta di Microsoft è semplicemente quella di fare in proprio ciò che finora era stato affidato a Yahoo Search Marketing (ex-Overture): la vendita dei propri spazi pubblicitari.

La conseguenza diretta dell’iniziativa è dunque uno spostamento di capitale potenziale da Yahoo! a Microsoft. Con questa strategia Microsoft dimostra dunque di voler pesantemente scommettere sulla ricerca e di voler soprattutto scommettere sulle proprie forze e sulle proprie capacità organizzative nel gestire la rincorsa a Google. Nel breve periodo a doversi preoccupare di più dovrà essere Yahoo!:da Microsoft giungono infatti già precisi annunci che promettono una solerte riduzione tecnologica del bug che ancora permane tra i risultati di ricerca di MSN e quelli del duo Yahoo/Google.

Microsoft inizierà in Ottobre gli esperimenti prendendo come mercati-campione quelli di Francia e Singapore. Al termine di un breve periodo di transizione (in cui sarà la stessa Microsoft a rivedere la propria struttura organizzativa interna) la sostituzione degli spazi Yahoo! sarà completata ed il progetto Microsoft entrerà a regime. Gli obiettivi del gruppo sono quelli di replicare l’offerta di Google e Yahoo! (con vendita di spazi pubblicitari sia sui propri network che sui siti altrui) e di esondare quindi su altri media quali cellulari o addirittura i videogiochi XBox.

Se verrà dimostrato quanto dichiarato da Gates (il numero uno di Microsoft è convinto che il proprio gruppo sia in grado di imporsi in qualunque settore intenda scommettere) per Yahoo! la seconda posizione è ormai questione di tempo. Quel che è certo è che nel mirino di Gates non c’è tanto Yahoo!, quanto piuttosto Google.