QR code per la pagina originale

HP Photosmart serie R967

,

La serie Photosmart di HP prosegue la sua evoluzione raggiungendo la soglia dei 10Mpixel con questa nuova HP R967.

Come si può vedere dal video, l’HP Photosmart serie R967 si contraddistingue per la scocca in metallo e le linee morbide che le conferiscono eleganza e un aspetto solido.

Lo zoom ottico 3x, corrispondente ad un 35-105mm tradizionale, anche grazie all’elevata risoluzione, può essere incrementato digitalmente fino ad un fattore 10x digitale. Certo non è consigliabile spingersi a tanto ma, quando serve, un pizzico di zoom digitale non incide troppo negativamente sulla qualità degli scatti.

Una piacevole sorpresa la riscontriamo nella parte posteriore dove, il grande display LCD da 3″ (circa 7,6cm) occupa gran parte dello spazio. Rimangono comunque accessibili e confortevoli i comandi dello zoom e il tasti di controllo a 4+1 posizioni.

A causa dell’elevata risoluzione la memoria interna di 32Mb permette un’autonomia davvero scarsa (una decina di foto appena) quindi sarà necessario acquistare a parte una scheda di memoria di capacità adeguata (il formato supportato è SD).

Utilizzando una batteria agli ioni di litio proprietaria (che permette una copertura energetica più che sufficiente) nella confezione troverete, oltre al cavo USB e a manuale e driver, anche il carica batterie da rete.

Durante l’utilizzo la fotocamera si comporta bene. Sono molte le scene disponibili tra le quali scegliere e, punto di forza di questa R967, sono disponibili funzionalità particolari pre e post acquisizione per migliorare il prodotto finale dei nostri sforzi. La fotocamera ci assiste ad esempio se vogliamo effettuare panorami componendo più immagini adiacenti o ci aiuta compensando automaticamente le zone in ombra o quelle troppo illuminate. In fase di visualizzazione degli scatti è poi possibile intervenire per eliminare gli occhi rossi o aggiungere effetti artistici.

La funzione anti-shake è sicuramente apprezzabile per migliorare la qualità delle immagini riprese in movimento o in condizioni di scarsa illuminazione. A tal proposito però sarebbe stato utile poter accedere a un range di sensibilità maggiore rispetto ai pochi valori disponibili (100, 200 o 400 ISO).

Ancora un piccolo neo: nonostante sia migliorato dalle precedenti versioni il tempo di risposta allo scatto rimane ancora solo sufficiente.

Rimane da valutare il tutto rispetto a un prezzo davvero concorrenziale, così alla resa dei conti il bilancio sembra più che positivo. Voi che ne dite? Avete già provato una Photosmart?